Investimenti, le conseguenze di una buona stagione degli utili

A
A
A
di Redazione 21 Ottobre 2021 | 15:32

La fiducia nella ripresa economica sta iniziando a dare qualche segno di debolezza e l’incertezza regna sovrana. Tuttavia, le aspettative di rialzo dei tassi hanno preso vigore dinanzi alla persistenza dei segnali di inflazione. E con la stagione degli utili, gli investitori guardano però al settore finanziario per ottenere una prima indicazione di come le aziende stiano andando in questo contesto”. Ad affermarlo è Lewis Grant, senior global equities portfolio manager per la divisione internazionale di Federated Hermes, che di seguito spiega nel dettaglio la view.

Il sentiment verso le banche è solido, con le banche commerciali particolarmente ben posizionate. I mercati premieranno probabilmente quelle in grado di fornire utili migliori attraverso attività fondamentali come la crescita dei prestiti, piuttosto che quelle che si limitano a liberare riserve.

I prezzi del petrolio continuano ad oscillare. Anche se i titoli energetici hanno realizzato solide performance, il sentiment verso il settore è più contenuto di quanto ci si aspetterebbe data l’impennata del prezzo del petrolio. La sostenibilità è diventata una sorta di parola d’ordine nei mercati finanziari, ma sembra che il guadagno a breve termine per i produttori di petrolio non sia sufficiente a mascherare le sfide a lungo termine che il settore deve fronteggiare. Gli investitori che cercano un’esposizione di valore probabilmente guarderanno al settore finanziario prima di assumersi il carbon risk.

Sfide di carattere logistico riguardo alla spedizione merci finora mai affrontate, carenze di materiali e prezzi elevati delle materie prime continuano a spingere i costi verso l’alto. La definizione precisa di “transitorio” continua ad essere di difficile lettura, ma per ora l’inflazione non mostra segni di flessione.

La Fed ha già segnalato che probabilmente agirà – anche se attraverso incrementi ridotti – e gli investitori dal canto loro hanno già mostrato di essere pronti a fare le bizze. Tuttavia un irrigidimento è inevitabile e la persistenza dell’inflazione non fa che aumentare la pressione.

Una buona stagione degli utili può aiutare a rassicurare gli investitori, con l’attenzione che sarà probabilmente concentrata sull’impatto delle pressioni della catena di approvvigionamento sulla redditività e sulla capacità delle aziende di trasferire i costi più elevati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Fideuram non ha rivali sui Bric

Banche regionali, il fintech è un toccasana

Investimenti, la parola d’ordine per il 2022 è “fiducia”

NEWSLETTER
Iscriviti
X