Comparto bancario, le trimestrali fanno tornare gli acquisti

A
A
A
Avatar di Redazione 23 Luglio 2008 | 08:30
Martedì di recupero per Wall Street, dopo una giornata fiacca il Dow Jones nelle ultime ore di seduta vede ritornare gli acquisti e tra i più scambiati ancora una volta i titoli del comparto finanza. Settore penalizzato però dalla trimestrale in rosso di American Express. Scambi favoriti anche dal ribasso del petrolio e dalle prese di posizione in vista dei dati del Beige Book, che sarà presentato mercoledì sera.

Mercato americano a doppia velocità, mentre l’Europa chiudeva quasi invariata con l’EuroStoxx a -0,23%, a Wall Street il Dow Jones staccava a fine giornata un +1,18%. Meglio è andata al BlueIndex: l’indice del risparmio gestito ha registrato in chiusura un +1,32%, segnale questo che il comparto finanza è ancora attrattivo e dove a dominare sono di nuovo gli acquisti.

Inoltre il dato settimanale di performance del BlueIndex si è attestato a +14%.
Tra i titoli a performance positiva compaiono [s]Citigroup[/s] +6,09%, [s]Jp Morgan[/s] +5,71%, [s]Morgan Stanley[/s] +6,06% e [s]State Street[/s]+8,80%. Giornata da dimenticare invece per [s]American Express[/s] -7,11%, che ha scontato la pessima trimestrale presentata lunedì sera a mercati già chiusi.

L’istituto americano ha dichiarato una diminuzione degli utili maggiore di quello atteso, annunciando anche un profit warning sull’intero 2008. Altro titolo colpito dalle vendite è stato [s]Dexia[/s] -11,4%, la banca franco-belga è stata declassata ad Underweight. Secondo gli analisti di JP Morgan, Dexia potrebbe aver bisogno di nuova liquidità.

A sostenere la ripresa dei mercati americani ci ha pensato il prezzo del petrolio -2,31%, che a fine seduta vedeva il futures sul Brent prezzare a 129,55 dollari al barile. A sostenere Wall Street hanno contribuito le parole del Segretario al Tesoro Usa, Henry Paulson, il quale si è detto ottimista sul sistema bancario americano, che si conferma in buona salute.

Adesso la parola passa alla FED, che nella giornata di mercoledì presenterà il Beige Book, reale indicatore dello stato di salute dei 12 distretti statunitensi.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 111,41 EUR +0,07%
American Express Nyse 37,99 USD -7,11%
Anima Borsa Italiana 1,135 EUR -2,32%
Axa Euronext 19,03 USD -0,75%
Azimut Borsa Italiana 5,46 EUR -4,44%
Banca Generali Borsa Italiana 4,6175 EUR -1,75%
Bank of NY Mellon Nyse 36,79 USD +6,23%
Barclays Lse 26,3 USD +3,29%
BlackRock Nyse 220,92 USD +3,62%
BNP BNP 63,04 EUR +0,43%
Citigroup Inc Nyse 20,89 USD +6,09%
Credit Agricole Euronext 13,66 EUR -3,12%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 46,6 CHF +0,04%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 56,9 EUR -0,54%
Dexia Euronext 8,46 EUR -11,4%
Fortis Euronext 9,65 EUR -3,59%
FT Inv. Nyse 97,37 USD +7,61%
Goldman Sachs Nyse 188,04 USD +4,01%
Henderson Lse 121 GBp +1,68%
HSBC Investments Lse 813,5 GBp -0,12%
ING Euronext 21,335 EUR -0,39%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,4125 EUR -1,63%
Invesco Nyse 24,39 USD +3,30%
Janus Capital Group Nyse 26,94 USD +6,23%
Jp Morgan Nyse 40,86 USD +5,71%
Julius Baer Swiss Market Exchange 67,05 CHF -1,76%
Legg Mason Nyse 36,72 USD +13,6%
Man Group Lse 604,5 GBp -3,12%
Mediobanca Borsa Italiana 10,06 EUR -0,95%
Mediolanum Borsa Italiana 2,7375 EUR -0,31%
Morgan Stanley Nyse 38,67 USD +6,06%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,751 EUR -2,12%
Natixis Euronext 5,34 EUR -5,15%
Nordea bank Omxnordicexchange 85,9 SEK -3,59%
Raiffeisen Wiener Borse 80,8 EUR -1,81%
Schroders Lse 984,5 GBp -1,30%
Skandia (Old Mutual) Lse 96 GBp -3,80%
State Street Nyse 74,24 USD +8,80%
Ubs Swiss Market Exchange 21,98 CHF -2,14%
Unicredit Borsa Italiana 3,875 EUR +0,62%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X