Mercati: il rally di Natale quest’anno va in retromarcia

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 29 Novembre 2021 | 09:02

Dal 1900 ai giorni nostri l’indice Dow Jones Industrial (corretto per l’inflazione) si è tecnicamente mosso per la maggior parte del tempo all’interno di un canale di rialzista. E ogni qualvolta che i corsi sono saliti al di sopra della resistenza dinamica ascendente, limite superiore di questo canale, o scesi al di sotto dell’analogo supporto, limite inferiore del canale, sono ne poi sempre rientrati.

Attenzione quindi, considerando il fatto che attualmente, il Dow, nonostante la recente correzione, tratta ancora leggermente al di sopra della resistenza a lungo termine (linea rossa sul grafico sottostante elaborato da Chart of The Day). Di conseguenza, la discesa a cui abbiamo assistito venerdì scorso potrebbe non essere terminata.

Il Dow è stato scambiato al di sopra della ressitenza più volte in passato: 1901, 1906, 1915, 1929, 1966 e 1999.


Quali sono i titoli che attualmente componenti il Dow Jones Industrial? Eccoli: 3M, American Express, Amgen, Apple, Boeing, Caterpillar, Chevron, Cisco, Coca-Cola, Disney, Dow, Goldman Sachs, Home Depot, Honeywell, IBM, Intel, Johnson & Johnson, JP Morgan Chase, McDonald’s, Merck, Microsoft, Nike, Procter & Gamble, Salesforce, Travelers, Unitedhealth, Verizon, Visa, Walgreens e Walmart.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 in stand-by

Mercati: Ftse Mib ancora di fronte a un bivio cruciale

Borse internazionali: il quadro tecnico della settimana al 14/01/22 di Aldrovandi

NEWSLETTER
Iscriviti
X