Mercati: Net Insurance conferma la strategia e i target al 2023

A
A
A
di Redazione 29 Novembre 2021 | 09:32

Nel primo semestre 2021 Net Insurance ha registrato una significativa crescita dei premi e dell’utile netto nonostante il contesto ancora condizionato dalla pandemia. Il trend di crescita si è consolidato nel corso del terzo trimestre 2021. Il tutto accompagnato da una robusta dotazione patrimoniale, con un coefficiente di solvibilità ampiamente superiore ai minimi regolamentari. Tali risultati consentono ai vertici di confermare sia la strategia di business che i target fissati nel Piano Industriale al 2023. La compagnia è ben posizionata per cogliere le opportunità che si stanno progressivamente presentando sul mercato grazie ad una crescente domanda di protezione e al maggiore ricorso alla digitalizzazione. Ecco di seguito l’analisi fondamentale su Net Insurance elaborata dagli analisti di Market Insight.

      1. Andrea Battista, Ceo di Net Insurance, illustra le priorità strategiche
      2. Consolidare la leadership tecnico-commerciale della Cessione del Quinto
      3. Rafforzare la leadership nella bancassicurazione
      4. Sviluppare sempre di più il canale broker retail
      5. Una Compagnia full digital
      6. I risultati del primo semestre
      7. Lo scenario si delinea favorevole

“Consolidare la leadership della Cessione del Quinto, rafforzare la presenza nel mercato della bancassicurazione, sviluppare ulteriormente il canale broker e quello dei prodotti digitali, attraverso l’utilizzo della tecnologia come infrastruttura, canale di vendita e prodotto assicurativo. Questi i quattro pillars strategici su cui si basa Net Insurance”, afferma Andrea Battista, ad della Compagnia.

L’impresa ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con premi lordi contabilizzati saliti a 79,1 milioni (+45,7% rispetto allo stesso periodo del 2020) e un utile netto più che triplicato a 7,6 milioni (+152,7%). A testimonianza dell’elevata qualità dell’offerta Net, nel terzo trimestre la raccolta complessiva è salita a 143 milioni (+37,5%).

“Per il 2021, anno centrale del Piano, che si ricorda approvato pre-Covid” – prosegue il top manager – “siamo fiduciosi di raggiungere gli obiettivi previsti sia in termini di premi lordi (134 milioni) che di utile netto (11,3 milioni)”. In ultimo, commenta l’AD, “a regime, nel 2023, confermiamo il raggiungimento di una raccolta premi pari a 170,3 milioni e un utile netto di 17,5 milioni; il ROE è atteso al 20,2%”.

“Riguardo al futuro post pandemico del comparto assicurativo, si delinea una graduale accelerazione di due trend: l’aumento del bisogno di protezione e la maggiore spinta alla digitalizzazione in termini di offerta e servizi. Il nostro vantaggio strutturale e competitivo è proprio quello di essere stati nativamente costruiti su queste due linee”, riporta Andrea Battista.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi fondamentale su Net Insurance di Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Finnat: masse totali a 18 mld e utile a 6 mln. L’analisi

Mercati, Gismondi 1754: scattano ricavi ed Ebitda. L’analisi

Mercati: Alfonsino raddoppia i ricavi ma perde il food delivery delle small cities

NEWSLETTER
Iscriviti
X