Banche americane, altre 2 vittime.

A
A
A
di Redazione 28 Luglio 2008 | 07:53
Un altro venerdì nero per le banche, dopo IndyMac anche First National Bank of Nevada e First Heritage Bank sono rientrate nella gestione straordinaria del Controller of the Currency. L’ente statale statunitense, che vigila sul denaro circolante, a deciso venerdì notte la chiusura dei due istituti in quanto sotto-capitalizzati. Mercati finanziari che però non hanno fatto in tempo a scontare il fallimento delle due banche.

Mercati che venerdì 25 luglio hanno chiuso la seduta settimanale quasi invariati. A Wall Street il Dow Jones a fine giornata ha riportato un leggero guadagno, +0,19%. Nel vecchio continente l’EuroStoxx ha accusato una leggera perdita -0,10%.

Giornata all’insegna della volatilità invece per il comparto banche, il BlueIndex, indice rappresentativo dei titoli del risparmio gestito, ha chiuso la seduta in perdita, -1,59%. Tra le componenti dell’indice che hanno chiuso bene ci sono [s]Barclays[/s] +6,05%, [s]Janus Capital Group[/s] +4,47% e [s]Legg Mason[/s] +3,40%. Negativa invece la giornata per [s]Henderson[/s] -7,93%, Ubs -6,09%, [s]Schroders[/s] -4,48%, [s]Fortis[/s] -4,48% e [s]Allianz[/s] -4,23%.

A pesare sui titoli del comparto bancario sono state le notizie che riguardano Washington Mutual. Gli analisti americani ritengono che l’istituto finanziario americano  non sia in grado di onorare i propri impegni. Dopo le trimestrali, che avevano fatto tornare un po’ di serenità sulle banche, adesso le ultime notizie le hanno fatte ricadere nelle vendite.

Il caso [s]First National Bank of Nevada[/s] e [s]First Heritage Bank[/s], scoppiato venerdì notte, ha poi confermato il cattivo stato di salute di alcuni istituti finanziari americani. I due istituti sono finiti nelle mani del Office Controller of the Currency in quanto sotto-capitalizzate.

L’ultima settimana di luglio sarà sicuramente calda, lunedì Wall Street si troverà a dover scontare altri due crack, martedì la SEC farà sapere la decisione a riguardo delle vendite allo scoperto. Insomma una settimana in cui non ci sarà da annoiarsi.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 108,68 EUR -4,23%
American Express Nyse 36,62 USD +0,57%
Anima Borsa Italiana 1,195 EUR -0,17%
Axa Euronext 18,9 USD -4,76%
Azimut Borsa Italiana 5,445 EUR -2,24%
Banca Generali Borsa Italiana 4,5 EUR -2%
Bank of NY Mellon Nyse 35,06 USD -0,48%
Barclays Lse 28,2 USD +6,05%
BlackRock Nyse 218,3 USD +2,97%
BNP BNP 64,8 EUR +0,06%
Citigroup Inc Nyse 18,85 USD -1,10%
Credit Agricole Euronext 14,3 EUR -2,18%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 50,65 CHF -3,62%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 58,76 EUR -0,60%
Dexia Euronext 8,7 EUR -1,91%
Fortis Euronext 9,59 EUR -4,48%
FT Inv. Nyse 96,16 USD +1,01%
Goldman Sachs Nyse 178,66 USD -0,69%
Henderson Lse 116 GBp -7,93%
HSBC Investments Lse 828 GBp -1,19%
ING Euronext 21 EUR -3,89%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,6875 EUR -0,82%
Invesco Nyse 22,22 USD -2,75%
Janus Capital Group Nyse 29,63 USD +4,47%
Jp Morgan Nyse 39,52 USD +0,97%
Julius Baer Swiss Market Exchange 65,5 CHF -1,36%
Legg Mason Nyse 39,51 USD +3,40%
Man Group Lse 591,5 GBp -2,31%
Mediobanca Borsa Italiana 10,43 EUR -0,1%
Mediolanum Borsa Italiana 2,8375 EUR +1,12%
Morgan Stanley Nyse 36,75 USD -1,31%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,79 EUR +0,17%
Natixis Euronext 5,57 EUR -2,96%
Nordea bank Omxnordicexchange 87,7 SEK -1,23%
Raiffeisen Wiener Borse 80,51 EUR -2,74%
Schroders Lse 969,5 GBp -4,48%
Skandia (Old Mutual) Lse 99,3 GBp -2,07%
State Street Nyse 70,57 USD +2,32%
Ubs Swiss Market Exchange 21,6 CHF -6,09%
Unicredit Borsa Italiana 3,9575 EUR -1,38%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X