Mercati, petrolio a 100 dollari secondo Goldman Sachs

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 29 Dicembre 2021 | 12:01

Il petrolio fino a 100 dollari per barile il prossimo anno o nel 2023 secondo Goldman Sachs. Damien Courvalin, responsabile della ricerca energetica presso la banca d’investimento americana, ha infatti affermato che la domanda del greggio nel mercato globale potrebbe aumentare a partire dal 2022 quando le economie inizieranno a riaprire, una volta che (si presume) le preoccupazioni legate alle variante Omicron saranno scemate.

OPEC+ pronta a fare aggiustamenti

“Sebbene non si può affermare con certezza che cosa accadrà in futuro per il petrolio greggio, l’OPEC+ sta intensificando la sua reattività ed è pronta a incontrarsi per apportare le modifiche necessarie all’offerta di petrolio. Con i membri dell’organizzazione, inclusa la Russia, che potrebbero incontrarsi prima della data prevista del 4 gennaio, le possibilità di aggiungere un’ulteriore fornitura di 400.000 barili di petrolio al giorno a gennaio sono alte secondo un rapporto di Reuters“, come fa notare Carlo Vallotto, esperto di commodity e fondatore del sito www.metalli-preziosi.it/it.

Il trend del petrolio Wti – Grafico su base giornaliera

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X