Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Ala a UniCredit

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 12 Gennaio 2022 | 11:00

Banca Akros assegna un buy a:

Italian Wine Brands con target price di 55 euro dopo l’acquisizione di Pizzolo/Enoitalia, Leonardo con prezzo obiettivo di 9,25 euro (Fitch ha migliorato l’outlook a “Stabile“) e Salcef con fair value di 25 euro (ordinativi per 202 mln di euro nel quarto trimestre dello scorso anno).

Giudizio accumulate inoltre per Danieli con target di 33 euro (nuovo ordinativo da 250 mln di euro ciorca dalla Russia), DiaSorin con obiettivo di 181 euro (la Procura di Milano ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta su una presunta “duplice turbativa” d’asta con al centro l’affidamento diretto da parte di Aria, centrale acquisti regionale, a Diasorin di una fornitura di 500mila kit per test sierologici per la rilevazione di anticorpi Covid), Prysmian con fair value di 37 euro (Goldman Sachs ha offerto una compensazione alla ex Pirelli Cavi per chiudere una causa nel Regno Unito offrendo in sede di appello un risarcimento non noto ma che, secondo rumors si aggirerebbe attorno ai 60 mln di euro), Telecom Italia con target di 0,51 euro (il presidente Salvatore Rossi ha convocato per il 21 gennaio un CdA per nominare il nuovo amministratore delegato, incarico per il quale è in pole position il direttore generale Pietro Labriola, secondo quanto riferiscono quattro fonti vicine alla situazione) e UniCredit con obiettivo di 14,70 euro (sarebbe tra i soggetti interessati all’istituto russo Otkritie Bank, di proprietà della banca centrale russa dopo il salvataggio del 2017, e in cerca di un acquirente, secondo quanto riferisce una fonte vicina alla situazione).

Intesa Sanpaolo giudica buy:

Ala con fair vaue di 14,70 euro (contratto di service provider con Dassault), Ariston Holding con target di 14,60 euro (il presidente esecutivo Paolo Merloni ha confermato l’impegno del gruppo ad avviare una nuova fase di crescita puntando sulla sostenibilità), Growens con obiettivo di 6,60 euro in scia ai risultati preliminari del quarto trimestre, Iveco Group con fair value di 16,90 euro (inizio copertura titolo), Salcef con target di 26 euro, Stellantis con obiettivo di 24,30 euro (Maserati entra nel settore dell’auto elettrica), Telecom Italia con fair value di 0,47 euro e UniCredit con target di 16,90 euro.

Giudizio add inoltre per Prysmian con obiettivo di 38,20 euro.

Equita assegna un buy a:

Aquafil con target di 8,90 euro (finanziamento da 30 mln di euro con Intesa SanPaolo per la sostenibilità), Ariston con fair value di 12,40 euro, Danieli con obiettivo di 36 euro, Defence Tech Holding con target di 6,30 euro (ha comunicato di aver superato il processo di accreditamento governativo per essere un Centro di Valutazione), Enel con fair value di 8,40 euro (nonostante per il gruppo non ci sia nessun extraprofitto in questo contesto di mercato), Leonardo con obiettivo di 8,80 euro, Newlat Food con target di 10,70 euro (il titolo tratta con valutazioni attraenti rispetto alla capacità di generazione di cassa, alle opportunità dall’integrazione di Symington’s e alle opzioni di M&A secondo la Sim milanese) e UniCredit con fair value di 16 euro.

Mediobanca valuta outperform:

Anima Holding con prezzo obiettivo di 6 euro in scia ai dati relativi alla raccolta dello scorso dicembre, Atlantia con target price di 21,20 euro (secondo rumors stampa, Lufthansa sarebbe interessata in una quota di Ita), Banca Mediolanum con fair value di 10 euro dopo i dati relativi alla raccolta di dicembre, Enel con obiettivo di 8,20 euro (emesso un nuovo bond sostenibile), Exor con target di 101 euro (in scia all’investimento di Qonto in Italia), Garofalo Helath Care con fair value di 7,20 euro (prosegue il programma di buyback), Iveco Group con obiettivo di 13,80 euro (Microvast fornirà le batterie per il nuvo autobus Crossway), Saipem con target di 2,40 euro (nuovi contratto offshore in Australa e in Guyana) e UniCredit con fair value di 18 euro (dopo la pre-close call in vista dei risultati 2021 che saranno pubblicati venerdì 28 gennaio).

Cfo Sim giudica buy:

Italian Wine Brands con target di 61 euro, alzato dai precedenti 58 euro.

Kepler Cheuvreux assegna un buy a:

Anima Holding con obiettivo di 5,90 euro, alzato dai precedenti 5,70 euro, Banca Mediolanum con target di 10,80 euro, migliorato dai precedenti 10,50 euro.

Kwb giudica buy:

Bper con fair value di 2,30 euro, ridotto però dai precedenti 2,50 euro, Intesa SanPaolo con obiettivo di 2,70 euro, ribassato però dai precedenti 3 euro e Mediobanca con target di 12,50 euro, migliorato dai precedenti 12,30 euro.

Stifel valuta buy:

STMicroelectronics con fair value di 55 euro, alzato dai precedenti 49 euro.

Integrae Sim assegna un buy a:

Doxee con target di 14,30 euro.

Bank of America giudica buy:

STMicroelectronics con fair value di 57 euro, alzato dai precedenti 52 euro

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Cnh Industrial a Salcef

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima Holding a Stellantis

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Cy4Gate a Unipol

NEWSLETTER
Iscriviti
X