Mercati, utility: ecco i titoli per sfruttare la nuova tassonomia

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 26 Gennaio 2022 | 12:02

In relazione al settore delle utility, secondo indiscrezioni stampa, sarebbe slittata l’approvazione della tassonomia Ue così come proposta a fine dicembre 2021. Troppe le contestazioni da parte della maggior parte dei Paesi membri, in particolare sul tema del nucleare (l’Italia non ha espresso la sua posizione in virtù del referendum che vieta l`installazione di impianti di questa categoria).

L’Italia avrebbe invece contestato i limiti per il riconoscimento del “bollino verde” agli impianti gas, limiti troppo stretti in termini di gr/co2, che impedirebbero agli investimenti nelle nostre centrali di essere considerati all’interno della tassonomia.

Tra i Paesi contrari al gas nella lista degli impianti green: Austria (che ha minacciato il ricorso alla Corte di giustizia), Danimarca, Spagna, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo e Svezia.

Cruciale sarà ora verificare se i limiti finali in termini di emissione per gli impianti a gas consentiranno effettivamente di portare a termine i capex previsti dal nostro Paese (refurbishment, potenziamento e nuova installazione di turbogas a sostegno del sistema per la transizione).

L’introduzione del gas nella tassonomia è un elemento positivo, secondo gli analisti di Equita per Snam, Italgas, Ascopiave e parzialmente per le municipalizzate A2a, Iren, Hera e Acea.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima Holding a Stellantis

Mercati: i costi dimenticati della Silicon Valley

Mercati, per Esi si prospetta un biennio positivo. L’analisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X