Mercati, Trade Republic apre un tech hub a Stoccolma

A
A
A
di Redazione 2 Febbraio 2022 | 13:15

Trade Republic, la più grande piattaforma di risparmio in Europa, apre un Tech Hub a Stoccolma per investire nello sviluppo tecnologico e costruire la società di investimenti del futuro. L’azienda, con sede centrale a Berlino, ha previsto 250 ruoli per ingegneri e tutte le posizioni aperte consentono ai dipendenti la massima flessibilità: i neo-assunti potranno scegliere di lavorare completamente da remoto. Trade Republic è una società tecnologica con licenza bancaria tedesca che con la sua infrastruttura innovativa nel settore ha ridotto i costi e le barriere all’ingresso per consentire a tutti l’accesso ai mercati dei capitali.

“Nel 2015 abbiamo avviato Trade Republic con il desiderio di costruire una banca da zero. Sono trascorsi più di quattro anni prima del lancio ufficiale, in cui abbiamo investito con la dedizione che contraddistingue il nostro DNA, nella ricerca e nello sviluppo volto alla costruzione di una nuova piattaforma tecnologica capace di ridefinire l’efficienza e la qualità degli investimenti”, afferma Christian Hecker, co-fondatore di Trade Republic. “Oggi, Trade Republic segna il prossimo capitolo di questo viaggio investendo nella sua piattaforma e nel suo team. Tutti coloro che si uniranno a noi ci aiuteranno a trasformare il settore bancario per sempre”.

I 250 ruoli di ingegneria aperti copriranno dipartimenti come Frontend, Backend, Core Infrastructure e Data, si rivolgeranno a tutti i livelli di anzianità e background professionale e consentiranno il lavoro completamente da remoto. Molti ingegneri senior stanno già lavorando in smart working, spianando la strada da seguire per i nuovi assunti, che si uniranno a una moltitudine di dirigenti tech provenienti da aziende del calibro di Klarna, Netflix e Stripe.

“Stoccolma è uno dei poli tecnologici chiave in Europa e attrae i migliori talenti. Il nostro VP of Engineering Jan Plasberg guiderà le operazioni e lavorerà con il suo team per fornire nuovi prodotti e infrastrutture”, aggiunge Christian Hecker.

“Dalla scrittura delle prime righe di codici nel 2015 alla gestione di centinaia di ingegneri a livello mondiale, Trade Republic ha sempre alzato l’asticella”, afferma Thomas Pischke, co-fondatore e CTO di Trade Republic. “Siamo orgogliosi di aver costruito l’intera piattaforma tecnologica internamente senza alcun fornitore terzo. Questa è una testimonianza della qualità della nostra infrastruttura e del talento del nostro team. Io stesso continuo regolarmente a programmare e lavoro a stretto contatto con il team di ingegneri. In Trade Republic, faremo di tutto affinché ogni ingegnere possa svolgere il miglior lavoro della sua carriera”.

Trade Republic opera attualmente in sei paesi in tutta Europa, e ha raccolto quasi 1 miliardo di dollari da rinomati investitori come Sequoia, Founders Fund, Accel, TCV e Creandum – basata a Stoccolma-, che hanno sostenuto alcune delle società più iconiche in tutto il mondo e la loro rete e guida aiuteranno Trade Republic a ridefinire il settore bancario con la tecnologia leader.

Oltre a rafforzare il proprio team di ingegneri, Trade Republic da il benvenuto ad Andreas Torner e Gernot Mittendorfer, due esperti finanziari con molti anni di esperienza nel settore, che prenderanno il posto di Andreas Willius e Karsten Müller come nuovi amministratori delegati. Sosterranno il team fondatore di Christian Hecker, Thomas Pischke e Marco Cancellieri nella loro missione di democratizzare la ricchezza in Europa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X