Asset allocation: nuova chance per titoli growth

A
A
A
di Redazione 15 Febbraio 2022 | 14:31

“Già lo scorso anno abbiamo eliminato i titoli Growth a bassa capitalizzazione e quelli con un rapporto prezzo-utili atteso troppo elevato. Adesso potrebbe già essere un momento per rientrare. Chi vuole investire nel Tech ora deve evitare questi titoli e andare su quelli “tradizionali”  ad altissima capitalizzazione: Amazon, Google, anche Meta (sotto i 600 miliardi)”. Ad affermarlo è Carlo De Luca, responsabile del team di asset management di Gamma Capital Markets, che di seguito illustra nel dettaglio la view.

È il momento ideale per i microchip, che sono un po’ scesi in correzione e hanno un p/e tra 10 e 20. I chip sono fondamentali per tutto il comparto auto e l’IoT. Ci sono tantissime società americane con p/e molto contenuti e che permettono di entrare nel settore con valutazioni basse e flussi di cassa certi.

In generale va bene comprare più Europa che America, e inserire una selezione di titoli finanziari. Ma il rendimento si continua a trovare nel Large Cap Growth, non necessariamente tecnologico. Ci sono titoli in particolare che sono Value nei Paesi occidentali (es: Coca-Cola) ma Growth nei Paesi emergenti (beneficiano di milioni di consumatori in più). Si tratta di aziende che riflettono l’inflazione sui consumatori finali in quanto rappresentano titoli  Value, staccano dividendo e crescono nei Paesi emergenti, hanno brand riconosciuti, e hanno anche opportunità nei megatrend. Questi titoli scendono col mercato in correzione perché sono liquidi, ma è proprio in quel momento che vanno comprati, pensando a un orizzonte di lungo periodo.

Nel 2022 non abbiamo più un’opzione binaria Covid-non Covid. Non esiste più la stay-at-home-economy: esiste la selezione attiva di tipo bottom-up. Vanno capite le singole società. Ad esempio, Netflix ha un vantaggio competitivo enorme, perché la sua banda larga funziona praticamente in tutto il mondo. Non si tratta solo di contenuti, ma di qualità della trasmissione.

Il periodo attuale è buono per l’oro, anche fisico. Il lingotto sale quando le politiche sono espansive, ma se quelle restrittive sono già state scontate, il suo acquisto va anticipato.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X