Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima a Stellantis

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 22 Febbraio 2022 | 11:00

Banca Akros giudica buy:

Anima con target price di 5,80 euro in vista dei risultati preliminari del 2021 in calendario il 1° marzo, Nexi con prezzo obiettivo di 19 euro (è in trattative esclusive per l’acquisto del business del merchant acquiring di Bper Banca per un valore di circa 350 mln di euro, riferisce una fonte vicina alla situazione) e Stellantis con fair value di 22 euro (domani i risultati preliminari del 2021).

Giudizio accumulate inoltre per Interpump con target di 57 euro in scia an recente roadshow del management, Inwit con obiettivo di 11,30 euro (ha ottenuto l’approvazione per la riduzione delle emissioni obiettivi dell’iniziativa sugli obiettivi basati sulla scienza), Mfe con fair value di 1,48 euro (trend sui risultati trimestrali divergenti in Spagna e in Italia) e Telecom Italia con target di 0,51 euro (secondo Il Sole 24 Ore, la risposta all’offerta di Kkr da 10,8 miliardi dovrebbe arrivare intorno a metà marzo dopo la presentazione del piano industriale da parte dell’ad Pietro Labriola).

Bestinver assegna un buy a:

Atlantia con target di 19-20 euro (Abertis: il governo spagnolo ha approvato l’immediato pagamento dell’AP-7 capex compensation), Buzzi Unicem con obiettivo di 25-27 euro dopo il lancio del cemento “green” denominato CGreen, a basso impatto di Co2, Saras con fair value di 1,20-1,30 euro in scia all’andamento del margine di raffinazione.

Equita valuta buy:

Autogrill con prezzo obiettivo di 7,50 euro (stime allineate alle recenti indicazioni societarie dopo la pubblicazione del fatturato preliminare del 2021), DoValue con fair value di 11 euro (il 2022 è partito molto forte in termini di nuovi mandati), Elica con obiettivo di 4 euro (M&A: reiterato dal management il focus sul Nord America), Eni con target price di 16,50 euro, alzato del 6% in scia ai risultati del 2021, Exor con fair value di 96 euro (accordo transattivo con l’Agenzia delle Entrate italiana con un impatto negativo sul NAV del 3%), Poste Italiane con obiettivo di 14 euro in scia al nuovo decreto legge per sbloccare il processo di cessione del credito dei bonus edilizi e Technogym con target di 9,90 euro, ridotto però del 10% rispetto al precedente per la normalizzazione B2C e un aumento degli input costs.

Mediobanca assegna un outperform a:

Exor con fair value di 100 euro, Mfe con obiettivo di 1,57 euro in scia ai risultati preliminari relativi al quarto trimestre del 2021 di Mediaset España e Poste Italiane con target di 14 euro.

Barclays valuta overweight:

Poste Italiane con obiettivo di 15,50 euro in vista del nuovo busines plan.

Kepler Cheuvreux giudica buy:

Eni con fair value di 17 euro, migliorato dai prececenti 16,50 euro.

Credit Suisse assegna un buy a:

UniCredit con obiettivo di 18 euro.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X