Mercati: Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future affondano in scia all’invasione dell’Ucraina

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 24 Febbraio 2022 | 08:05

L’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha bruscamente riportato nelle prime fasi di contrattazione di oggi il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza marzo 2022, al di sotto della soglia dei 25.000 punti, livello che non toccava dall’ottobre dello scorso anno. Il quadro tecnico resta dominato dall’alta volatilità, perciò attenzione massima. Operativamente, al ribasso i prossimi obiettivi sono individuabili a 24.420 prima e in zona 23.500/315 inseguito. Per contro, al rialzo, i target sono individuabili a 25.200 in prima battuta e poi a 25.625 punti.

Affondo del Dax future con scadenza marzo 2022. I corsi sono scesi in area 13.950 in apertura della seduta di oggi dopo aver bruscamente violato i supporto di breve termine a 14.600 e 14.400 punti. Operativamente i movimenti sono determinati dagli sviluppi geopolitici e la volatilità è molto alta, per cui occorre fare estrema attenzione ai repentini movimenti delle quotazioni. Operativamente, oltre 14.600 target a 14.600 prima e in zona 14.800 poi. Sotto 13.950 obiettivi invece prima a 13.825 (top del febbraio 2020) ed eventualmente a 13.340 in seguito.

Scenario analogo per il future sull’EuroStoxx 50 con scadenza di marzo 2022, sceso in apertura fino a quota 3.795. Operativamente, in questo caso, al rialzo i prossimi obiettivi sono individuabili a 3.900 prima e poi a 4.000 poi. Sotto 3.975 target invece a 3.645 prima ed eventualmente a 3.450 in seguito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti