Mercati, fenomenologia degli effetti della guerra

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 28 Febbraio 2022 | 09:29

E’ di nuovo guerra nel continente europeo. E le implicazioni dell’invasione russa dell’Ucraina si stanno riflettendo sul mercato azionario statunitense e mondiale. Ma come, statisticamente, si è comportato l’indice Dow Jones dopo le ultime quattro dichiarazioni di invasione o di guerra nel Vecchio Continente, più simili all’attuale invasione, tenendo coneto che i primi due esempi (l’Austria-Ungheria dichiara guerra alla Serbia e la Germania invade la Polonia) scatenarono guerre mondiali? Il grafico sottostante, elaborato da Chart of the Day, mostra i comportamenti del paniere Usa.

Gli ultimi due esempi sono probabilmente più rilevanti. In entrambi i casi, i paesi più piccoli hanno tentato di rivolgersi a Occidente e di sottrarsi al controllo della Russia. In entrambi questi casi particolari, le loro aspirazioni furono represse da un’invasione URSS/russa. Alla fine, il Dow scese per circa un anno a seguito di ciascuno di questi quattro atti di aggressione in qualche modo simili.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X