Ftse Mib: anche le opzioni evidenziano un sentiment negativo e in peggioramento

A
A
A
di Eugenio Sartorelli 4 Marzo 2022 | 10:01

Eugenio Sartorelli, vice presidente e membro del comitato scientifico della Siat e strategist di Investimentivincenti.it, effettua di seguito un’analisi del Ftse Mib legata al mercato delle opzioni, utile per comprendere meglio il sentiment degli operatori istituzionali e per individuare i livelli di supporto e di resistenza tecnici considerati di rilievo dagli opzionisti sull’indice di riferimento di Piazza Affari.

Il risultato che si ottiene è basato principalmente su dei calcoli che interpretano la dinamica dei dati dell’Open Interest per i vari Strike delle opzioni sulle scadenze più vicine. Questo calcolo ha valenza soprattutto per i prossimi giorni (circa una settimana), poiché le dinamiche di questi livelli non cambiano rapidamente a meno di forti ed inaspettati movimenti del sottostante.

Chiaramente vista la fase di forte tensione geopolitica vi è una minore validità statistica di qualsiasi tipo di analisi.

I calcoli sono stati effettuati con i dati di chiusura del 3 marzo con Ftse Mib che valeva 23958 punti (vedi freccia in figura).

Le distanze fra gli strike sono di 500 punti (vi sono anche quelli di 250 sulla scadenza più vicina, ma non li uso visto le minori contrattazioni).

Il fatto che vi sia un elevato numero di Put al di sopra gli attuali livelli dell’indice FtseMib denota che il ribasso ha parzialmente sorpreso gli opzionisti per rapidità e ben sappiamo le motivazioni di questo rapida discesa.

Livelli di indifferenza: tra 22000 e 26500 (poco chiaro);

Particolari variazioni come Strike rispetto alla precedente rilevazione:

Put: deciso aumento su strike 22000 e discreto aumento su strike 23000;

Call: aumento su strike 29000.

Rapporto Put/Call del grafico: 1,64 – stabile rispetto all’ultima rilevazione e sopra alla media.

L’interpretazione generale è che i supporti sono forti soprattutto a 22000. Le resistenze possiamo porle a 26500.

Tenendo conto di tutti i fattori sopra elencati, il Sentiment risulta nel complesso leggermente negativo ed in leggero peggioramento.

Più in dettaglio il mondo delle opzioni pensa che l’attuale fase di indebolimento potrebbe avere prima una buona area di supporto sino a 23000 punti e poi trovare un forte argine ad ulteriori ribassi intorno a 22000 punti. Dal lato opposto eventuali recuperi possono avere poca resistenza sino a 26000/26500 punti.

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X