Mercati: per Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future un valido supporto resta ancora una chimera

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 7 Marzo 2022 | 08:05

Nuova discesa discesa e nuova apertura di un gap ribassista per il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza marzo 2022, che ora simuove al di sotto della soglia tecnic a e psicologica dei 22.000 punti, in area 21.900. Certo, tutti i principali indicatori e oscillatori tecnici sonoin forte ipervenduto. Tuttavia, vista la situazione e il sentiment degli operatori, anticipare una seppur possibile inversione anche di breve termine risulta molto, molto, rischioso. Al ribasso i prossimi obiettivi sono individuabili a 21.500 prima e 21.300 poi. Oltre 22.000 target invece a 22.355 e 22.500/600 poi.

Terza, lunga, candela ribassista per il Dax future con scadenza marzo 2022, sceso venerdì scorso fino a 12.600 punti e risalito in apertura di oggi in area 12.800. Certo, la volatilità resta altissima e i cambiamenti di dierezione restano repentini. Tuttavia, non si esclude un ulteriore recupero (almeno in ottica di breve termine) con target a 13.000 prima edf eventualmente in zona 13.300/500 in seguito. Sotto 12.600 obiettivi invece a 12.400 prima e in zona 12.200/12.000 poi.

Situazione simile per il future sull’EuroStoxx 50 con scadenza di marzo 2022, sceso nell’ultima seduta della scorsa settimana fino a quota 3.425 e ora in oscillazione in zona 3.460. Nel caso specifico, i prossimi obiettivi al rialzo sono individuabili in prima battuta a quota 3.530 e in seguito, eventualmente, in area 3.600/3.700. Sotto 3.425 target per contro a 3.300 inizialmente e in seguito in zona 3.250/3.200.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X