Wall Street in ribasso, occhi puntati su Banca Finnat

A
A
A
di Redazione 4 Agosto 2008 | 07:11
Wall Street archivia in negativo l’ultima seduta della settimana con l’indice S&P 500 in ribasso dello 0,56% ed il Nasdaq Composite dello 0,63%. A pesare sui listini il rialzo del prezzo del petrolio ed i timori di un rallentamento dell’economia. Pesanti General Motors, in seguito alla perdita di 15,5 miliardi di dollari nel secondo trimestre, e Alcoa che scende del 5%. Sul Nasdaq molto negativa Biogen (-28%).

Il Nikkei 225 inizia la settimana in negativo dello 1,23%; anche sulla piazza nipponica pesano i timori di un rallentamento della domanda globale, i più colpiti sono i produttori automobilistici fra cui Nissan che ha assistito ad un calo degli utili.

In Europa il future sull’indice Eurostoxx 50 è in ribasso dello 0,2%.

Il mercato obbligazionario si mantiene stabile con il bund in area 112,60.

Il dollaro Usa perde lievemente contro Euro in avvio di seduta a 1,5575 mentre lo Yen è stabile a 167,70.

In Italia occhi su Parmalat dopo la diffusione dell’accordo con Unicredit che porterà nelle casse del gruppo di Collecchio 229,7mln di Euro.

Oggi attese le trimestrali di: [s]Banca Finnat[/s], Marcolin, [s]Pirelli RE[/s] e Vianini Lavori.

Sul fronte macro attese per i prezzi alla produzione in eurozona (alle 11) e per il deflattore PCE negli Usa alle 14:30.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti