Asset allocation, mercati emergenti: gli avvertimenti di S&P Global Ratings

A
A
A
di Redazione 17 Marzo 2022 | 14:31

“Il conflitto in Ucraina potrebbe riflettersi sui mercati emergenti in diversi modi”. L’avvertimento arriva da S&P Global Ratings, che di seguito spiega nel dettaglio la view.

Il conflitto Russia-Ucraina sta provocando anzitutto una tempesta sui mercati delle materie prime. Molti mercati emergenti sono energia netta importatori e sono vulnerabili alle oscillazioni dei prezzi dell’energia. Anche se il rally dei prezzi ne trarrà vantaggio alcuni esportatori di materie prime, la decelerazione della crescita globale indotta dal conflitto peggiorerà esternamente ambiente.

In secondo luogo, la continua volatilità del mercato potrebbe esercitare ulteriore pressione sui rendimenti dei mercati emergenti anche alla luce della politica monetaria della Fed.

I prezzi delle materie prime sono aumentati in molte categorie. L’aumento dei prezzi in corso nei mercati energetici ha spinto gli analisti di S&P ad aggiornare le attuali previsioni sul petrolio Brent per il resto del 2022 a 85 dollari al barile. Anche i prezzi di altre materie prime sono aumentati, con aumenti di prezzo a due cifre per i preziosi e metalli industriali dall’inizio dell’anno. I prezzi alimentari globali sono poi parimenti aumentati, con il grano prezzi in aumento di oltre il 40% dall’inizio del 2022.

I rischi di inflazione sono ora saldamente al rialzo. I dati in alcuni mercati emergenti stanno iniziando a mostrare l’impatto della recente impennata dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari sull’inflazione. Il consumo di cibo compensa una maggiore quota dei panieri dei consumatori nei mercati emergenti rispetto a quelli delle economie sviluppate, il che li rende particolarmente vulnerabile a qualsiasi aumento dei prezzi alimentari globali.

Gli aumenti dei prezzi delle materie prime complicheranno i processi di disinflazione nei mercati emergenti e porranno sfide alle banche centrali. Gli spread sono aumentati nei mercati emergenti.

Gli spread EM EMEA sono aumentati molto più nettamente che in altre regioni, data la vicinanza geografica ed economica di questa regione al conflitto. La volatilità in atto potrebbe in aggiunta inasprire ulteriormente le condizioni di finanziamento per i mercati emergenti con rating inferiore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X