Mercati: il rame torna sugli scudi. Le ragioni e gli Etc a Piazza Affari

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 31 Marzo 2022 | 09:06

Il rame torna sugli scudi in scia alle dichiarazioni del management della big mineraria Rio Tinto. Al London Metal Exchange, nel dettaglio, il future è tornato a oltrepassare la resistenza tecnica dei 10.330 dollari per tonnellata arrivando a sfiorare quota 10.370 dopo che Rio Tinto, guardando alla rivoluzione green ha  affermato che il mondo necessiterà nei prossimi 25 anni di un quantitativo di rame pari a quello estratto negli ultimi 600 anni.


“Nel frattempo però, nei prossimi mesi almeno, la Cina potrebbe essere invece meno attiva nei mesi a venire sul fronte della domanda, non solo per le diffuse misure di lockdown implementate nel Paese, ma anche per le consistenti scorte di materie prime accumulate – avverte Michael Paltiello, ad e strategist di Wings Partners Simsecondo JP Morgan infatti Pechino detiene attualmente circa l’80% delle scorte globali di rame (oltre che il 70% di quelle di mais, 51% di grano, 46% di semi di soia, 70% di quelle di greggio ed il 20% di quelle di alluminio)… quasi si fossero da tempo preparati per qualche evento drammatico, che so, una guerra…”.

Gli Etc sul rame a Piazza Affari

Per sfruttare possibili rialzi del rame a Piazza Affari sono disponibili i seguenti Etc: Wisdomtree Copper, Wisdomtree Copper 2x Daily Leveraged e Wisdomtree Copper 3x Daily Leveraged.

Al ribasso, sempre a Piazza Affari, sul rame sono invece disponibili i seguenti Etc: Wisdomtree Copper 1x Daily ShortWisdomtree Copper 3x Daily Short.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X