Criptovalute, nuovo regolamento dell’UE non esente da problematiche

A
A
A
di Redazione 11 Aprile 2022 | 13:31

Con il nuovo regolamento, i legislatori dell’Unione Europea hanno deciso di supportare misure di salvaguardia più rigorose per i trasferimenti di Bitcoin e altre criptovalute, come ultimo segno della stretta che i regolatori stanno dando al settore delle criptovalute, come riportato da Cryptonomist.ch.

Due commissioni del Parlamento europeo hanno votato a stretto giro per richiedere non solo gli exchange, ma anche le “entità obbligate”, per ottenere, tenere e presentare informazioni su coloro che sono coinvolti nei trasferimenti. È ancora da capire chi sono le entità obbligate in caso di trasferimenti tra portafogli “unhosted” (non ospitati).

Il nuovo regolamento crypto dell’UE

La legge suggerita aumenta le richieste di regolamentazione per i pagamenti crypto ed è in risposta alle raccomandazioni della Financial Action Task Force globale che stabilisce gli standard per combattere il riciclaggio di denaro.

Lone Fønss Schrøder, ad della società svizzera di blockchain Concordium ha commentato: “La nuova proposta normativa richiede cambiamenti significativi nel modo in cui vengono effettuati gli attuali trasferimenti di criptovalute. Potrebbe essere una sfida enorme per le soluzioni crypto decentralizzate che ritengono l’anonimato come un valore fondamentale e sono impegnate nel peer-to-peer (P2P) e nell’autocustodia. Inoltre, molti progetti potrebbero essere trattenuti dalle loro community dal modificare le loro soluzioni. La regolamentazione delle criptovalute è un argomento caldo in tutti i governi del mondo da qualche tempo. Anche se la blockchain è per natura decentralizzata, con lo scambio P2P e l’autocustodia, è stato chiaro per noi di Concordium che la regolamentazione era inevitabile. Abbiamo anticipato questo fin dall’inizio, e abbiamo incorporato in modo unico un timbro di identità crypto nel livello di protocollo della nostra blockchain. Questo viene fatto senza compromettere il GDPR”.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X