Mercati, Sit: solida crescita della top-line e deleveraging. L’analisi

A
A
A
di Redazione 20 Aprile 2022 | 10:01

Sit ha riportato solidi risultati nel 2021, con ricavi in crescita double digit e una buona tenuta della marginalità grazie alla capacità di trasferire al mercato il rincaro dei costi delle materie prime. Riduzione dell’indebitamento grazie alla capacità di generare cassa, che dovrebbe contribuire a un progressivo deleverage nei prossimi anni. L’incertezza legata alla crisi Ucraina ha spinto il management a non fornire una guidance puntuale sul 2022, confermando comunque la fiducia nei trend di crescita di lungo periodo. I temi legati alla transizione energetica e alla sostenibilità dei consumi delle risorse naturali garantiscono infatti solide prospettive di crescita per i prossimi anni, con una domanda sostenuta dagli incentivi e senza dimenticare le interessanti opportunità legate alla hydrogen economy. In questo scenario ecco di seguito l’analisi fondamentale su Sit elaborata dagli analisti di Market Insight.

        1. Modello di business
        2. Ultimi avvenimenti
        3. Il conto economico
        4. Breakdown ricavi
        5. Stato patrimoniale
        6. Ratio
        7. Outlook
        8. Il consensus degli analisti
        9. Borsa

Modello di business

Il gruppo SIT sviluppa e produce dispositivi di alta precisione per la misura dei consumi e sistemi per la sicurezza, il comfort e l’alto rendimento degli apparecchi domestici a gas, puntando a essere il principale partner sostenibile di soluzioni per il controllo energetico e climatico a servizio delle aziende clienti.

In particolare, SIT è impegnata nella realizzazione di prodotti a basso impatto ambientale, nella riduzione del consumo di energia e nello sviluppo di sistemi per un’alta efficienza di combustione e un basso livello di inquinamento dell’aria.

Il Gruppo opera, infatti, in un settore nel quale le azioni di sostenibilità sono centrali. In qualità di fornitore strategico di primari player nei settori energia, utility e risorse energetiche alternative – ambiti che sono considerati centrali per il climate change e lo sviluppo delle best practice in una logica di economia circolare – SIT è a sua volta un soggetto attivo nei percorsi di efficientamento nell’utilizzo delle risorse naturali, abbassamento dei livelli di anidride carbonica (decarbonizzazione) e investimento nell’individuazione di soluzioni carbon-neutral.

Anche l’ingresso (attraverso l’acquisizione Janz) nel mercato dell’acqua, risorsa che si prevede diventi sempre più scarsa nei prossimi decenni, si inserisce nel percorso di SIT quale player attivo nella transizione energetica.

La società ha individuato in questo settore un’area nella quale applicare la propria competenza nella misurazione precisa dei consumi, con l’obiettivo di rendere efficiente e sostenibile l’utilizzo dell’acqua e di creare consapevolezza rispetto all’uso della stessa.

La sede centrale è localizzata a Padova, a cui si aggiungono i siti produttivi e di ricerca applicata in Italia (a Padova, Milano, Rovigo e Montecassiano), Olanda (Hoogeveen), Romania (Brasov), Portogallo (Lisbona), Tunisia (Tunisi), Messico (Monterrey) e Cina (Suzhou) e 27 sedi commerciali in Europa, America, Asia e Australia

Il gruppo è organizzato in due divisioni:

  • Heating: opera nella produzione e commercializzazione di componenti e sistemi per il controllo, la regolazione e la sicurezza del gas negli apparecchi per il riscaldamento domestico, negli impianti di cottura e ristorazione collettiva.
  • Metering: opera nella produzione e commercializzazione di contatori smart, di nuova generazione che consentono di misurare i consumi di gas ed acqua in modo più preciso e con funzionalità – anche remote – di controllo e sicurezza.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi fondamentale di Sit elaborata dagli analisti di Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti