Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da A2a a STMicroelectronics

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 26 Aprile 2022 | 11:00

Banca Akros giudica buy:

Intesa SanPaolo con prezzo obiettivo di 2,50 euro, ridotto però dai precedenti 2,90 euro in vista della trimestrale in calendario il 6 maggio, Leonardo con target price di 12 euro (DRS venderà la propria quota in AAC a Thalès), Sogefi con fair value di 1,50 euro, ridotto però dai precedenti 2 euro dopo la trimestrale e STMicroelectronics con target di 51 euro in vista della trimestrale in calendario domani.

Giudizio accumulate inoltre per Telecom Italia con obiettivo di 0,40 euro (presentazione dell’acquisizione di Oi, dalla quale si attendono sinergie significative).

Bestinver assegna un buy a:

De’ Longhi con obiettivo di 30-32 euro dopo la trimestrale di Whirlpool, Leonardo con fair value di 10-11 euro e Telecom Italia con target di 0,68-0,78 euro.

Barclays giudica overweight:

Banco Bpm con obiettivo di 3,80 euro, tagliato pertò dai precedenti 4 euro e Intesa SanPaolo con fair value di 2,70 euro, ridotto però dai precedenti 3,30 euro.

Equita valuta buy:

A2a con prezzo obiettivo di 1,95 euro (approvato un nuovo progetto per il trattamento dei rifiuti in Sicilia), Acea con target price di 20,60 euro (il sindaco di Roma Gualtieri ha annunciato l’obiettivo di costruire un nuovo impianto per superare l’emergenza rifiuti nella capitale), Credem con fair value di 7,40 euro, ridotto però dai precedenti 7,70 euro in vista della trimestrale in calendario il 6 maggio, Danieli con obiettivo di 32 euro (nuovo piano capex della controllata ABS da 600 mln di euro), Defence Tech e Cy4Gate con fair value rispettivi di 6,30 e 13,50 euro in vista dell’arrivo della nuova strategia nazionale per la cybersecurity, De’ Longhi con target di 32 euro in vista della trimestrale in calendario il 12 maggio, Exor con obiettivo di 93 euro (nuovo investimento nel settore sanitario), MutuiOnline con fair value di 48 euro (l’M&A, soprattutto in ambito BPO, sarà ancora un driver per il futuro), Nexi con target di 18 euro in vista della trimestrale che sarà pubblicata il 12 maggio, Ovs con obiettivo di 3,10 euro, ridotto però dai precedenti 3,20 euro (ottimismo sulle opportunità di crescere anche nel 2022) e Sogefi con fair value di 1,45 euro in scia ai risultati del primo trimestre.

Intesa SanPaolo giudica buy:

Exor con target di 91,30 euro, ridotto però dai precedenti 105,20 euro (acquisito il 45% di Lifenet) e Ovs con obiettivo di 3,10 euro in scia all’outlook del management per l’esercizio in corso.

Giudizio add inoltre per A2a con fair value di 2 euro, Generali con obiettivo di 21,40 euro (il tema di una fusione tra MediobancaGenerali non è mai stato sottoposto all’attenzione del Cda del gruppo assicurativo, neanche su proposta di Romolo Bardin, ex rappresentante di Leonardo Del Vecchio nel board, si legge nelle risposte ai soci in vista dell’assemblea), Labomar con target di 10,40 euro in scia alle vendite preliminari del primo quarter, Leonardo con fair value di 10,70 euro e Tod’s con obietivo di 45,30 euro, ridotto però dai precedenti 53,30 euro.

EnVent assegna un outperform a:

Take Off con obiettivo di 8,03 euro (i KPI del primo trimestre 2022 indicano una crescita delle vendite del 13% durante il periodo dei saldi, con sei negozi aggiuntivi e un aumento dei volumi del 43%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X