Asset allocation, Cina: uno sguardo oltre il rumore di fondo

A
A
A
di Redazione 26 Aprile 2022 | 15:29

Gli investitori in Cina hanno affrontato sfide interne ed esterne che, negli ultimi mesi, hanno messo sotto pressione i titoli azionari locali. Tuttavia, alcune aree del mercato hanno registrato una buona performance. Raheel Altaf e Peter Saacke, co-gestori del fondo Artemis Funds (Lux) – SmartGARP Global Emerging Markets Equity di Artemis spiegano di seguito dove hanno trovato opportunità interessanti e perché si aspettano di trovarne altre in aree neglette.

Per gran parte di quest’anno, i mercati azionari cinesi sono stati penalizzati da un clima reso cupo dalle tensioni geopolitiche e dall’ultima ondata di Covid, che ha portato all’interruzione delle attività in diverse province. Questo ha indebolito ulteriormente i titoli azionari locali rispetto al 2021, quando l’inasprimento della politica monetaria, l’adozione di regolamenti sfavorevoli alle aziende tecnologiche mega-cap e le restrizioni nei confronti del settore immobiliare avevano già indotto gli investitori alla cautela.

Anche se i rischi permangono, è opportuno rilevare che il posizionamento degli investitori e le valutazioni di mercato già sembrano riflettere quest’atmosfera di pessimismo. Infatti, è da un po’ di tempo che le azioni cinesi sono in ritardo rispetto ai titoli azionari quotati negli altri mercati.

Cosa potrebbe portare a tempi migliori?

In primo luogo, i segni di sviluppi più positivi sul versante del credito e della massa monetaria che suggeriscono che presto si leveranno venti di coda più favorevoli. Per esempio, a febbraio, l’aggregato monetario M2 è aumentato del 9,2%* rispetto all’ anno precedente. Mentre i tassi d’interesse di riferimento sono stati mantenuti invariati a marzo, nei prossimi mesi sono attese misure di allentamento per combattere i crescenti rischi esterni all’economia. Questo allentamento è in contrasto con quello che avviene nei mercati sviluppati, dove le misure restrittive sono necessarie per controllare l’inflazione. L’inflazione in Cina, nel frattempo, rimane relativamente benigna, come illustrato nel grafico in basso

Inflazione – US v. China

 

Un aspetto incoraggiante è che a metà marzo il Comitato per la stabilità finanziaria della Cina ha rilasciato dichiarazioni che lasciavano ben sperare, cosa che ha portato a un forte rimbalzo delle azioni. Anche se i dettagli erano scarsi, la dichiarazione suggeriva la necessità per i decisori politici di mettere in atto, anche con una certa urgenza, un approccio coordinato a sostegno della crescita dell’economia. L’orientamento politico è diventato più favorevole alla crescita, per dare eventualmente maggiore fiducia nelle prospettive dell’economia agli investitori.

Per quanto riguarda il futuro, i fattori alla base della crescita a lungo termine della Cina sono immutati. La politica della “prosperità comune” mira a ridurre le disuguaglianze e dovrebbe stimolare la spesa per consumi da parte della crescente classe media cinese. Nel 2050, la quota della popolazione cinese che avrà superato l’età pensionabile sarà pari al 39% del totale. Tra le molte conseguenze per l’economia ci sarà una crescente domanda di servizi sanitari e finanziari. Più in generale, la tendenza all’urbanizzazione favorisce la crescita trainata dai consumi. Uno sviluppo recente è che l’impegno della Cina a ridurre le emissioni di carbonio nei prossimi decenni ha creato opportunità di crescita strutturale nell’energia verde.

Un investimento che ci ha dato soddisfazione nell’ultimo anno, per esempio, è quello in China Suntien Green Energy, una società che possiede 6000 km di gasdotti e che negli ultimi anni ha spostato la sua attenzione verso la generazione di energie rinnovabili. Mentre le vendite di gas naturale costituivano due terzi dei ricavi nel 2020, il restante terzo dei ricavi generati dalla generazione di energia eolica e solare è destinato a crescere rapidamente, visto che la società sta ampliando le strutture di generazione di tali fonti alternative di più del doppio. Con la Cina che si è impegnata a decarbonizzare la sua economia, l’azienda è ben posizionata per trarre vantaggio da questa tendenza per molti anni a venire.

Alla luce di queste prospettive di innovazione e crescita, crediamo che la Cina offra ancora eccezionali opportunità per gli investitori.

Come investe Artemis in questo contesto?

Il quadro quantitativo di riferimento che abbiamo sviluppato offre una visione oggettiva che prescinde dalla volatilità. Per selezionare i migliori investimenti utilizziamo un approccio sistematico che ci consente di avere aggiornamenti specifici su ogni società e sulle tendenze macroeconomiche e di mercato che riguardano invece migliaia di aziende.

Tale processo ci consente di identificare società con fondamentali in via di miglioramento. Una crescita degli utili, dei flussi di cassa, degli utili operativi e degli investimenti superiore alla media dovrebbe essere indicativa di ottime performance nel lungo periodo. Ogni tanto, però, ci sono momenti in cui gli investitori non prestano la dovuta attenzione, trascurando le opportunità che si creano quando i prezzi delle azioni non riflettono appieno i miglioramenti delle società che le hanno emesse.

Divergenze valutative in Cina

Fonte: Empirical Research Partners Analysis al 30 settembre 2021
Nota: Primo quintile rispetto alla media della regione

Attualmente queste divergenze valutative fra alcuni settori e il resto del mercato, come evidenziato nel grafico in alto, indicano che ci sono molte opportunità da cogliere in Cina. Le troviamo in parti non amate del mercato come quelle relative alle società finanziarie, alle società energetiche e alle società che si occupano di infrastrutture.

Due esempi di titoli trascurati che riteniamo possano beneficiare delle tendenze di crescita a lungo termine:

PICC

PICC è il principale assicuratore del ramo danni del Paese. Le assicurazioni automobilistiche e sanitarie sono i motori della crescita, grazie all’aumento della domanda di prodotti assicurativi da parte di una popolazione che invecchia. Comunque, l’azione passa di mano ad un rapporto prezzo/utili di 5 e offre un rendimento da dividendo superiore all’8%.

Zhejiang Expressway

Zhejiang Expressway ha caratteristiche finanziarie simili. Costruisce e gestisce strade a pedaggio nella provincia cinese di Zhejiang e ha utili ripetibili e affidabili. Questo è un altro esempio di azienda che cresce ad un ritmo superiore a quello del mercato da dieci anni, ma il prezzo delle sue azioni non ha tenuto il passo con questi miglioramenti dei fondamentali.

Uno sguardo al futuro

Al di là delle sfide a breve termine, la Cina offre ancora opportunità eccezionali per gli investitori che si concentrano sui fondamentali e sono disposti a guardare al lungo termine. I recenti sviluppi positivi della massa monetaria e della politica monetaria suggeriscono che il sentiment potrebbe cambiare presto, determinando una rivalutazione delle azioni cinesi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X