Asset allocation, utility: ecco su chi puntare in scia al decreto aiuti

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 19 Maggio 2022 | 10:01

Con il decreto aiuti il Governo italiano punta ad accelerare ulteriormente la realizzazione di nuovi impianti green e a velocizzare anche l’installazione di rigassificatori galleggianti nell’ottica del progressivo affrancamento dal gas russo.

Nel provvedimento, in particolare, è prevista innanzitutto un’azione di accelerazione
dell’individuazione delle aree idonee da parte delle Regioni con poteri sostitutivi del Governo in caso di non ottemperanza.

Previsto inoltre un Iter semplificato per i progetti sottoposti a valutazione d’impatto ambientale di competenza statale e aiuti per le imprese del settore agricolo con l’obiettivo di aumentare la capacità di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Sul fronte dei rigassificatori galleggianti, il Dl stabilisce invece la nomina di commissari ad hoc e procedure iper veloci con deroga al codice degli appalti ed esenzione Via.

Si tratta, secondo gli analisti di Equita, di indicazioni positive per il settore delle rinnovabili in generale e in particolare per: Enel, Erg, Alerion, Falck Renewables, Iren e A2a. Esposta agli LNG invece Snam.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti