Mercati, per Esi si prospetta un biennio positivo. L’analisi

A
A
A
di Redazione 25 Maggio 2022 | 13:29

ESI chiude il 2021 con un valore della produzione più che raddoppiato a 5,5 milioni, ma diminuisce la marginalità all’1,4% (24% nel 2020) e l’utile netto a 0,1 milioni (0,4 milioni nel 2020). Valori fortemente penalizzati dallo slittamento di alcuni lavori la cui finalizzazione era prevista entro l’anno. “La fragilità del nostro sistema di approvvigionamento energetico, esacerbata dal conflitto Russo-Ucraino, potrebbe però dare una ulteriore spinta alla crescita futura del settore delle energie rinnovabili e ad oggi”, afferma ‘l’ad Stefano Plocco, “si prospetta per ESI un biennio 2022-2023 molto positivo grazie ad un portafoglio ordini di circa 48 milioni, di cui quasi la metà di pertinenza dell’esercizio 2022”. In questo scenario, ecco di seguito l’analisi fondamentale di Esi elaborata dagli analisti di Market Insight.

        1. Attività
        2. Ultimi Avvenimenti
        3. Conto Economico
        4. Breakdown dei ricavi
        5. Stato Patrimoniale
        6. Ratio
        7. Evoluzione prevedibile della gestione
        8. Outlook
        9. Borsa

Attività

ESI (Energy System Integrator), nata nel settembre 2018 e attiva dalla seconda metà del 2019, opera nel mercato delle Energie Rinnovabili come EPC (Engineering, Procurement and Construction) e System Integrator presidiando tutta la catena del valore e sviluppando soluzioni chiavi in mano di progetti energetici complessi di grandi e piccole dimensioni.

ESI è attiva, come EPC, nei segmenti del fotovoltaico, dell’eolico, dell’off-grid, mini-grid (fornitura di elettricità in aree remote), ed hybrid per la costruzione, in ogni contesto ambientale, di impianti fotovoltaici e di centrali elettriche (parchi eolici) di grandi dimensioni e potenza, che richiedono sempre più sofisticate tecnologie di realizzazione.

Come System Integrator, ESI è in grado di far dialogare i diversi impianti BESS (Battery, Energy, Storage and System) tra di loro con l’obiettivo di creare una struttura funzionale che sfrutti appieno il potenziale delle centrali elettriche creando efficienze aggiuntive per l’intero sistema energetico.

ESI è anche il principale operatore italiano specializzato nel “revamping” di impianti fotovoltaici tradizionali di grandi dimensioni.

La Società opera in Italia e sui mercati internazionali, servendo clienti pubblici e privati (Governi stranieri – Fondi di investimento ed Onlus – Multinazionali delle Energie Rinnovabili).

Ultimi Avvenimenti

A maggio ha sottoscritto con un primario operatore internazionale del settore energia un contratto per la realizzazione di un nuovo impianto fotovoltaico della potenza di 6,21 MWp per circa 5 milioni, di cui l’80% di competenza dell’esercizio 2022. Il contratto rientra nell’accordo quadro firmato a ottobre 2021 inerente la realizzazione di 6 impianti fotovoltaici, per un valore complessivo di 25,3 milioni da realizzare in Italia in modalità EPC (progettazione e costruzione chiavi in mano). Il totale degli impianti in lavorazione è di quattro unità, per una potenza complessiva di 32,21 MWp e un fatturato di 24,3 milioni, di cui circa 23 milioni di competenza dell’esercizio 2022.

A marzo ha siglato il contratto per la realizzazione del terzo impianto fotovoltaico della potenza di 10 MWp, per 7,3 milioni, commissionato da un primario operatore internazionale del settore energia. Il contratto rientra nell’accordo firmato con tale operatore lo scorso ottobre per la realizzazione di sei impianti fotovoltaici, per un valore complessivo di 25,3 milioni. Il tutto per un portafoglio ordini acquisito di circa 48 milioni, di cui quasi la metà di pertinenza dell’esercizio 2022.

Nel primo trimestre del 2022 il valore della produzione si è attestato a 4,1 milioni. L’Ebitda, pari a 0,41 milioni, esprime il 10,1% del valore della produzione, mentre l’Ebit, pari a 0,34 milioni, l’8,4 per cento. Il risultato ante imposte è pari a 0,27 milioni (6,6% sul valore della produzione) e l’utile netto ammonta a 0,21 milioni (5,1% sul valore della produzione).

Il portafoglio ordini al 31 marzo 2022, al netto del valore della produzione, ammonta a circa 44 milioni.

Si ricorda che a fine 2021 ESI ha siglato con Enel Green Power un accordo quadro per la realizzazione di impianti fotovoltaici nel Sud Italia, per una potenza massima di 27 MW e un valore complessivo di 14,4 milioni. Il contratto prevede anche il servizio di manutenzione O&M (Operation & Maintenance), per il periodo di competenza degli esercizi 2022–2023.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi fondamentale di Esi elaborata da Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X