Le politiche della BCE e FED rimangono in attesa

A
A
A
di Redazione 8 Agosto 2008 | 10:34
Tornati gli orsi nelle principali piazze finanziarie, dopo una settimana di tori, la seduta di giovedì ha rivisto le vendite. Giornata che ha visto la Banca Centrale Europea lasciare i tassi invariati, come del resto ha fatto anche oltreoceano la FED.

Giovedì 7 agosto all’insegna delle vendite, nel vecchio continente l’EuroStoxx ha chiuso a –0,35%. Peggio è andata a Wall Street, con il Dow Jones che a fine seduta ha registrato un –1,93%. Il BlueIndex, indice del risparmio gestito, ha chiuso la giornata a –1,95%. Tra i titoli in evidenza [s]Dexia[/s]  -10%, [s]Legg Mason[/s]  -7,27%, [s]Janus Capital Group[/s]  -6,97% e [s]Citigroup Inc[/s]  -6,24%. Positiva la seduta invece per [s]Axa[/s]  +4,80%, [s]Mediolanum[/s]  +3,59% e [s]Nordea bank[/s]  +3,17%.

Preoccupazione a Wall Street dopo l’uscita dei dati trimestrali di American International Group. Il colosso assicurativo americano ha infatti chiuso un altro trimestre in rosso, registrando perdite per 5 miliardi di dollari. Per AIG è il quarto trimestre consecutivo di perdite.

Attenzione rivolta principalmente però alla decisione della Banca Centrale Europea, che nel primo pomeriggio ha fatto sapere di non toccare i tassi di interesse nell’area Euro, confermando cosi le stime degli analisti. Il numero uno della BCE, Trichet, ha espresso preoccupazione per il l’andamento dell’inflazione, che secondo le stime degli economisti della rischia di rimanere ben al di sopra livelli coerenti. Per quanto riguarda il PIL Europeo Trichet ha fatto sapere della possibilità di un ulteriore rallentamento rispetto alla prima parte dell’anno.

BCE e FED hanno intrapreso quindi la stessa decisione, lasciare invariati i tassi di interesse. Tuttavia rimane differente l’approccio dalle due banche centrali, da un lato la FED punta su una ripresa economica, mentre la BCE resta legata alla strategia di controllo dell’inflazione.

Anche il sentiment delle due banche centrali è differente, se nel vecchio continente i toni sono smorzati e cauti, in america l’ottimismo è di casa. Per ora le politiche monetarie non hanno ancora portato a nessun risultato concreto, probabilmente bisognerà attendere l’autunno.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 112,47 EUR -0,66%
American Express Nyse 36,4 USD -4,18%
Anima Borsa Italiana 1,31 EUR +2,03%
Axa Euronext 21,36 USD +4,80%
Azimut Borsa Italiana 5,6 EUR +0,63%
Banca Generali Borsa Italiana 4,74 EUR +2,55%
Bank of NY Mellon Nyse 35,98 USD -5,86%
Barclays Lse 28,51 USD -1,96%
BlackRock Nyse 217,19 USD -2,86%
BNP BNP 64,665 EUR -0,60%
Citigroup Inc Nyse 18,47 USD -6,24%
Credit Agricole Euronext 14,86 EUR 0,00%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 54,85 CHF -1,35%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 62,005 EUR -0,29%
Dexia Euronext 9 EUR -10,0%
Fortis Euronext 9,29 EUR -5,39%
FT Inv. Nyse 100,17 USD -4,08%
Goldman Sachs Nyse 172,33 USD -4,02%
Henderson Lse 125,5 GBp -1,95%
HSBC Investments Lse 842,5 GBp /td>

-1,02%
ING Euronext 22,34 EUR -0,62%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,8525 EUR +0,01%
Invesco Nyse 23,87 USD -1,81%
Janus Capital Group Nyse 26,01 USD -6,97%
Jp Morgan Nyse 39,81 USD -3,81%
Julius Baer Swiss Market Exchange 71,5 CHF +1,63%
Legg Mason Nyse 39,25 USD -7,27%
Man Group Lse 553,5 GBp +0,63%
Mediobanca Borsa Italiana 9,645 EUR +0,16%
Mediolanum Borsa Italiana 3 EUR +3,59%
Morgan Stanley Nyse 42,66 USD -1,20%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,928 EUR -0,31%
Natixis Euronext 5,71 EUR -0,52%
Nordea bank Omxnordicexchange 94,3 SEK +3,17%
Raiffeisen Wiener Borse 85,6 EUR +1,30%
Schroders Lse 1006 GBp -2,42%
Skandia (Old Mutual) Lse 94,8 GBp +0,53%
State Street Nyse 70,02 USD -3,83%
Ubs Swiss Market Exchange 21,74 CHF -0,46%
Unicredit Borsa Italiana 3,99 EUR +0,76%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Prima soluzione blockchain per il mercato assicurativo corporate italiano

Nuove nomine ai vertici dei colossi finanziari europei e americani

Hsbc: Tucker valuta candidati interni ed esterni per succedere a Gulliver come Ceo

NEWSLETTER
Iscriviti
X