Stagflazione, le possibili conseguenze sul risparmio

A
A
A
di Redazione 22 Giugno 2022 | 15:27

Nel Blog di Banca Generali, Protezione&Risparmio,  viene dedicata un’analisi alla stagflazione e ai suoi potenziali effetti sul risparmio. Ecco di seguito i contenuti dell’articolo:

Stagnazione e inflazione. È il binomio di fattori che presto potrebbe caratterizzare l’economia mondiale o almeno quella di molti paesi industrializzati. Si tratta di uno scenario mai visto prima da molte persone, soprattutto dai più giovani, perché non si verifica da diversi decenni.

Per descriverlo, gli analisti usano un termine tecnico: stagflazione, una parola che è il frutto della crasi di altri due vocaboli (stagnazione e inflazione, appunto) e che indica una situazione in cui i prezzi al consumo salgono a ritmi sostenuti (inflazione) anche se, contemporaneamente, l’economia non cresce (stagnazione) o addirittura è in recessione.

Cosa comporta l’inizio di una fase di questo tipo?

Per gli operatori economici non è sicuramente una buona notizia. Di solito, infatti, l’inflazione si accompagna a periodi di crescita economica, quando anche i consumi e i redditi salgono e c’è sul mercato un’elevata domanda di beni e servizi. Può accadere però che la crescita dei prezzi, oltre che da un incremento dei consumi, sia generata da altri fattori come i rincari delle materie prime, in primis di quelle energetiche. È proprio quello che accadde negli anni ’70 del secolo scorso quando ci furono le crisi petrolifere legate alle tensioni in Medio Oriente. Ed è quello che è accaduto negli ultimi mesi quando è scoppiata la guerra tra Russia e Ucraina, due grandi produttori di materie prime……

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGEGRE L’ARTICOLO NEL BLOG DI BANCA GENERALI 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X