Mercati, auto: fine programmata per i motori a scoppio. L’emendamento Ferrari

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 30 Giugno 2022 | 13:29

I ministri dell’Ambiente dell’Unione Europea hanno approvato la fine della vendita di veicoli con motori a combustione interna in Europa entro il 2035 confermando la proposta avanzata nel luglio 2021 e sancendo così definitivamente il passaggio completo ai motori elettrici.

Su richiesta di alcuni Paesi, tra cui Germania e Italia, l’UE a 27 Paesi ha però anche deciso di prendere in considerazione in futuro l’uso di tecnologie alternative come combustibili sintetici o ibridi plug-in se possono ottenere la completa eliminazione delle emissioni di gas serra.

Approvata anche una proroga di cinque anni dell’esenzione dagli obblighi di CO2 concessa ai produttori cosiddetti di nicchia, ovvero quelli che producono meno di 10mila veicoli all’anno fino alla fine del 2035 (il cosiddetto “emendamento Ferrari”).

Queste misure devono ora essere negoziate con i membri del Parlamento europeo.

Ferrari è giudicata hold dagli analisti di Equita con target price di 185 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti