L’Euro/Dollaro segna un minimo ventennale

A
A
A
di Redazione 6 Luglio 2022 | 09:31

“La coppia di valute principale, ovvero l’euro/dollaro, è scesa di quasi l’1% oggi e ha raggiunto il livello più basso da dicembre 2002, mentre notiamo un aumento significativo della domanda di dollari”. Ad affermarlo è Walid Koudmani, Chief Market Analyst di XTB, che di seguito illustra nel dettaglio la propria view.

La mossa non solo ha spinto la coppia al di sotto dei minimi di maggio, ma anche al di sotto dei minimi tra il 2016 e il 2017, il che significa che la coppia EUR/USD è scesa al livello più basso in quasi 20 anni. Mentre la forza del biglietto verde sta attualmente giocando un ruolo nella mossa, poiché è in rialzo rispetto alla maggior parte delle valute, l’euro continua a faticare poiché la BCE è stata dietro altre banche centrali con le sue politiche.

C’è stata una crescente divergenza tra la BCE e la FED che è riuscita ad aumentare in modo aggressivo i tassi di interesse ultimamente nel tentativo di contrastare l’inflazione, mentre la sua controparte europea ha dovuto essere più passiva, poiché rimane preoccupata dei reali pericoli di rallentamento dell’economia in un momento in cui il conflitto Russia-Ucraina sta causando un aumento dei prezzi dell’energia e dell’inflazione generale.

La BCE si trova in una situazione molto difficile poiché ha bisogno di aumentare i tassi di interesse per affrontare l’inflazione e sostenere la sua valuta, sostenendo allo stesso tempo le economie in difficoltà che si stanno appena riprendendo dopo 2 anni di problemi legati alla pandemia.

Un aumento del tasso è previsto dalla BCE nel prossimo futuro, ma sarà essenziale vedere come reagiranno i mercati ai verbali della BCE di questa settimana che saranno pubblicati giovedì poiché sembra che la fiducia generale nella valuta del mercato unico continui a diminuire.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti