Banche USA, guerra di analisti

A
A
A
di Redazione 14 Agosto 2008 | 08:35
Giornata di borsa segnata dalle vendite, ancora una volta a trascinare i listini a ribasso sono stati i titoli del comparto banche. Settore finanza che sembra entrato in una serie di fenomeni di autolesionismo, tagliandosi rating a vicenda. Oggi è toccato infatti a Merrill Lynch, che ha di fatto ridotto il rating a mezza Wall Street.

L’orso con la sua zampa ribassista sembra non voler dare tregua al mercato, a Wall Street il Dow Jones chiude a -0,94%. Peggio è andata la giornata di borsa nel vecchio continente, con l’EuroStoxx che ha fine seduta segna un -2,39%. A portare i listini in terreno negativo ci hanno pensato le vendite sul comparto bancario. Il BlueIndex, indice dei titoli del risparmio gestito, ha infatti chiuso la giornata a -3,18%. Tutti e 40 le componenti dell’indice hanno segnato una performance giornaliera sotto lo zero, In evidenza Natixis -7,53%, Ubs -7,25% e Credit Agricole -6,79%. Unica componente del BlueIndex che chiude la giornata quasi invariato è Anima -0,38%.

Vendite sui titoli del comparto banche partito dopo il taglio di rating, da parte degli analisti della banca d’affari Usa Merrill Lynch, agli istituti finanziari Citigroup, Goldman Sachs e Lehman Brothers. Le valutazioni sulle 3 banche sono state portate a UnderPerform. Per quanto riguarda Morgan Stanley il nuovo giudizio è stato portato a Neutral. Gli analisti di Merrill Lynch hanno motivato questa manovra in quanto nell’ultimo mese le condizioni degli istituti si sono deteriorate significativamente.

Altra giornata di borsa segnata dalle manovre degli analisti, fenomeno questo nella normalità, in teoria, nella pratica però la sensazione è che qui stiamo assistendo ad una fase di autodistruzione. Gli analisti delle varie banche d’affari continuano infatti a declassare quelle dei colleghi. Ma la cosa che da più fastidio è che chi da giudizi si trova in un mare di perdite e difficoltà. In teoria i Chinese Wall dovrebbero permettere a questi analisti di essere imparziali, anche se la percezione è di zoppi che dicono ai sordi.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 110,44 EUR -2,43%
American Express Nyse 36,89 USD -3,04%
Anima Borsa Italiana 1,315 EUR -0,38%
Axa Euronext 21,07 USD -5,02%
Azimut Borsa Italiana 5,55 EUR -2,92%
Banca Generali Borsa Italiana 4,7875 EUR -1,57%
Bank of NY Mellon Nyse 35,91 USD -2,15%
Barclays Lse 26,85 USD -4,88%
BlackRock Nyse 220,15 USD -1,96%
BNP BNP 59,8 EUR -4,85%
Citigroup Inc Nyse 17,81 USD -3,93%
Credit Agricole Euronext 13,99 EUR -6,79%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 51,85 CHF -5,38%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 60,8 EUR -3,47%
Dexia Euronext 9,31 EUR -4,11%
Fortis Euronext 9,51 EUR -5,27%
FT Inv. Nyse 99,96 USD -2,18%
Goldman Sachs Nyse 164,9 USD -1,43%
Henderson Lse 120,5 GBp -1,63%
HSBC Investments Lse 853,75 GBp -1,75%
ING Euronext 22,73 EUR -1,13%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,76 EUR -3,59%
Invesco Nyse 23,56 USD -2,84%
Janus Capital Group Nyse 26,47 USD -2,03%
Jp Morgan Nyse 36,91 USD -2,66%
Julius Baer Swiss Market Exchange 68,25 CHF -4,21%
Legg Mason Nyse 40,21 USD -1,99%
Man Group Lse 530 GBp -1,48%
Mediobanca Borsa Italiana 9,58 EUR -2,82%
Mediolanum Borsa Italiana 3,025 EUR -3,23%
Morgan Stanley Nyse 40,15 USD -5,52%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,83 EUR -5,23%
Natixis Euronext 6,14 EUR -7,53%
Nordea bank Omxnordicexchange 87 SEK -5,22%
Raiffeisen Wiener Borse 80,35 EUR -3,18%
Schroders Lse 1030 GBp -4,54%
Skandia (Old Mutual) Lse 96,2 GBp -3,51%
State Street Nyse 66,71 USD -2,41%
Ubs Swiss Market Exchange 20,98 CHF -7,25%
Unicredit Borsa Italiana 3,7775 EUR -3,34%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, per Netflix cresce la competizione

Investimenti, obbligazioni: cosa fare se il libro delle regole viene stracciato

Mercati, bond: tanta carta sul fuoco. Le nuove emissioni sotto la lente

NEWSLETTER
Iscriviti
X