Forex: Franco svizzero sempre più forte rispetto all’euro

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 7 Luglio 2022 | 10:01
La moneta unica non è mai stata così debole nel cambio contro la divisa elvetica dal giorno dell’abbandono del cambio minimo nel 2015

Il franco svizzero non è mai stato tanto forte come ora nel cambio contro euro: questa mattina il corso della moneta europea ha toccato un minimo storico a 0,9871 franchi.

L’andamento del cross Eur/Chf

Si tratta, come riportato dal sito web della Rsi, del punto più basso di sempre, se si eccettua il 15 gennaio 2015, il caotico giorno in cui la Banca Nazionale Svizzera (BNS) abolì la soglia minima di cambio precedentemente fissata unilateralmente. La decisione provocò un crollo dell’euro fino a un minimo giornaliero di 0,9652 franchi.

Le ragioni della debolezza attuale della moneta unica sono legate alla paura di una crisi energetica in Europa, dopo che la Russia ha diminuito le forniture di gas. Il dollaro continua così a rafforzarsi. A sostenere il franco è anche la decisione della BNS dello scorso 16 giugno di alzare di mezzo punto (dal -0,75% al -0,25%) il suo tasso guida, anticipando la Banca centrale europea, che da parte sua ha annunciato una prima stretta in luglio.

Stando a quanto osservato dagli operatori dei cambi la BNS sta tollerando il rafforzamento del franco, anche in funzione della lotta all’inflazione. Potrebbe però intervenire se la situazione dovesse ulteriormente evolvere: nessuno sa comunque al momento quale sia la soglia che potrebbe spingere l’istituto a muoversi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti