Asset allocation, Eurozona: attenzione alle previsioni di Credit Suisse

A
A
A
di Redazione 27 Luglio 2022 | 12:01

Credit Suisse ha ridotto le previsioni di crescita del PIL dell’Area Euro dal 2,4% al 2,3% nel 2022 e da 0,7% a -0,2% nel 2023. Le nuove della banca elevetica previsioni includono una crescita negativa del PIL dal terzo trimestre 2022 fino al primo quarter del prossimo anno.

Secondo l’istituto, le maggiori contrazioni si registreranno in Germania e in Italia, ovvero i Paesi con grandi settori manifatturieri che dipendono fortemente dal gas russo (e nel caso dell’Italia, anche per lo stress politico interno).

Credit Suisse stima inoltre che la BCE manterrà un atteggiamento aggressivo nel breve termine a causa dell’inflazione ancora molto elevata, ma la fine del ciclo di aumento dei tassi terminerà nel primo trimestre 2023 con un tasso sui depositi all’1,5 per cento.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti