Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da A2a a UniCredit

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 16 Settembre 2022 | 11:00

Equita assegna un buy a:

A2a con prezzo obiettivo di 1,83 euro (possibile interesse per la gara sulle renvabili di Sistema Rinnovabili), Ariston con fair value di 10 euro (acquistato il 100% della tedesca Centrotec Climate Systems), Enav con target price di 5,10 euro (traffico di rotta ad agosto 2022 in Italia: +0,8% rispetto all’agosto 2019, periodo pre-pandemico e regolamento sugli slot aeroportuali in fase di definizione), Erg con fair value di 37 euro (possibile interesse per la gara sulle renvabili di Sistema Rinnovabili), Inwit con target di 12 euro (interesse dei fondi infrastrutturali Kkr e Gip per Vantage Towers secondo Bloomberg), Italian Wine Brands con fair value di 35,50 euro in scia alla semestrale e alle indicazioni positive sulla vendemmia), Nexi con target di 14 euro (atteso un buon andamento dei volumi fra luglio e inizio settembre), Poste Italiane con obiettivo di 12,50 euro in scia al closing dell’acquisizione di Lis, Saras con target di 1,42 euro nonostante l’indebolimento del diesel crack per il possibile incremento della quota dell’export cinese, Stellantis con obiettivo di 20 euro in scia alle vendite in Europa ad agosto, Technogym con target di 7,90 euro (ben posizionata nel contesto attuale secondo la Sim milanese) e UniCredit con fair value di 14,50 euro (l’assemblea approva l`esecuzione della seconda tranche del buyback).

Bestinver valuta buy:

Gibus con target di 23-24 euro dopo la semestrale, Prysmian con obiettivo di 37,50-41,50 euro (nuovo contratto da 800 mln di euro) e Stellantis con fair value di 26-28 euro.

Intesa SanPaolo giudica buy:

Banco Bpm con obiettivo di 3,50 euro, ridotto però dai precedenti 3,60 euro (riviste le stime per l’Eps), Esprinet con target di 13,30 euro, tagliato però dai precedenti 14,60 euro dopo la semestrale, Poste Italiane con fair value di 11,90 euro, SeSa con target di 190 euro il managemento ha migliorato la guidance, Stellantis con obiettivo di 18,70 euro (sta valutando investimenti “significativi” nei propri impianti europei per produrre energia elettrica ) e UniCredit con target di 14,40 euro.

Giudizio add inoltre per Lu-Ve con obiettivo di 25,60 euro, migliorato dai precedenti 23,90 euro dopo la semestrale.

Mediobanca valuta outperform:

Alkemy con fair value di 19,40 euro dopo la semestrale, Danieli con target di 27 euro (contratto con Tata Steel per riparare degli impianti), Digital Value con obiettivo di 108,40 euro dopo la semestrale, Industrie De Nora con fair value di 19 euro in scia alla semestrale di ITM Power, Nexi con target di 13 euro (il 27 settembre il nuovo business plan), Poste Italiane con obiettivo di 12 euro e Sit con fair value di 9,20 euro (l’Ue ha ribadito la necessità di massicci investimenti nell’idrogeno verde).

Societe Generale giudica buy:

Italgas con target di 7 euro, Snam con fair value di 5,50 euro (migliorato dai precedenti 5,30 euro) e Terna con obiettivo di 8,10 euro.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti