Asset allocation: ecco l’unico settore che registra una revisione positiva degli utili

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 16 Settembre 2022 | 14:31

I mercati azionari hanno registrato un ribasso questa settimana, dopo che l’indice dei prezzi al consumo Usa pubblicato martedì si è rivelato al di sopra delle aspettative, a dimostrazione del fatto che l’inflazione negli Stati Uniti continua a mantenersi su livelli elevati e ciò richiederà ulteriori azioni da parte delle banche centrali per contenerla.

In questo scenario, ecco la view di Giuliano Gasparet, Head of Equity di Generali Insurance AM.

Il mercato obbligazionario ha reagito rapidamente, con rendimenti che si sono aggiustati al rialzo, determinando un impatto negativo sugli asset rischiosi che hanno mostrato una marcata flessione in ogni sua area.

Non sorprende che il Nasdaq, il mercato più sensibile a qualsiasi movimento sui tassi, abbia sofferto di più, registrando martedì la quarta peggior chiusura da marzo 2009.

I mercati azionari, sia negli Stati Uniti che in Europa, continueranno ad essere vulnerabili ad altre cattive notizie e il recente deterioramento dei dati macro potrebbe giustificare un’ulteriore debolezza futura.

Inoltre, sempre più aziende mettono in guardia sui propri profitti, abbassando le aspettative per la restante parte del 2022 e per il prossimo anno; solo questa settimana abbiamo avuto profit warning di grande impatto provenienti da aziende importanti come Dow Chemical, Eastman Chemical, Kion e Fedex.

L’unico settore che invece mostra una revisione positiva degli utili è quello bancario, dal momento che il recente movimento dei tassi è estremamente positivo per gli utili delle banche europee, segmento che registra attualmente valutazioni piuttosto contenute.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti