Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Banca Sistema a Unidata

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 31 Ottobre 2022 | 11:00

Bestinver giudica buy:

Cementir con target price di 10-11 euro (il 3 novembre la trimestrale), Leonardo con prezzo obiettivo di 10-11 euro (il 3 novembre la trimestrale), Nvp con fair value di 5-5,50 euro dopo i risultati dei primi nove mesi, Piaggio con target di 3,20-3,60 euro dopo la trimestrale, Saras con obiettivo di 1,60-1,70 euro dopo la trimestrale, Stellantis con fair value di 26-28 euro (gli azionisti della Joint Venture Gac-Fca, hanno approvato una delibera che, in un contesto in perdite, consente di presentare istanza per essere ammessa alla procedura fallimentare) e Telecom Italia con target di 0,68-0,78 euro (prorogato al 30 novembre il protocollo di intesa non vincolante con CDP Equity, Macquarie, KKR e Open Fiber).

Banca Akros assegna un buy a:

Campari con prezzo obiettivo di 12,50 euro in scia alla trimestrale, Cnh Industrial con obiettivo di 18 euro dopo la trimestrale di Caterpillar, DiaSorin con target price di 170 euro in scia alla trimestrale, Eni con fair value di 16,50 euro dopo i risultatri del trimestre, Illimity con target di 0,92 euro (l’11 novembre la trimestrale), Inwit con obiettivo di 11,50 euro dopo la trimestrale, Leonardo con target di 15 euro (20 nuovi elicotteri AW119Kx ai Carabinieri), Maire Tecnimont con fair value di 4 euro (contratto da 380 mln di dollari in Algeria), Mediobanca con target di 10,90 euro, migliorato dai precedenti 10,20 euro dopo la trimestrale, StMicroelectronics con fair value di 46 euro (management ancora ottimista sulle prospettive di breve periodo), Tenaris con target di 19,50 euro, alzato dai precedenti 18,50 euro (trimestale il 3 novembre) e Unidata con obiettivo di 65 euro dopo la trimestrale.

Giudizio accumulate inoltre per Generali con obiettivo di 21 euro (rimborso anticipato di titoli subordinati) e Prysmian con fair value di 37 euro (trimestrale il 10 novembre).

Mediobanca giudica outperform:

DiaSorin con target di 162 euro, Elica con obiettivo di 3,40 euro dopo la trimestrale, Enel con fair value di 7,80 euro (sta valutando la vendita di una quota diminoranza del portafoglio di asset nel solare in Cile), Inwit con target di 12,40 euro dopo la trimestrale, Italgas con obiettivo di 6,40 euro in scia ai risultati dei primi nove mesi di quest’anno, Leonardo con fair value di 12,50 euro, Poste Italiane con target di 12 euro (acquisito il 70% di Agile Lab Group), Saipem con obiettivo di 1,20 euro dopo la trimestrale e Technoprobe con fair value di 9,10 euro (taglio della guidance di Intel).

Banca Finnat valuta buy:

High Quality Food con target price di 2,98 euro, ridotto però dai precedenti 4 euro (nell’attuale contesto di crisi energetica europea ed il conseguente esponenziale aumento dei costi energetici, il gruppo ha deciso di riorganizzare il modello di business dei punti vendita diretti HQF Store e Macelleria HQF).

Intesa SanPaolo assegna un buy a:

Agatos con target di 1,45 euro, ridotto però dai precedenti 1,53 euro, Banca Sistema con obiettivo di 2,40 euro (acquisizione di Art-Rite), Elica con fair value di 3,70 euro dopo i risultati dei primi nove mesi, Eni con target di 16,60 euro, Inwit con obiettivo di 12,40 euro, Italgas con fair value di 6,10 euro, Lucisano Media Group con target di 2 euro, ridotto però dai precedenti 2,40 euro, Maire Tecnimont con obiettivo di 4,60 euro dopo la trimestrale, Mediobanca con fair value di 11,50 euro dopo la trimestrale, Osai con target di 4,80 euro, tagliato dai precenti 5,90 euro, Pirelli con obiettivo di 4,80 euro, Poste Italiane con fair value di 11,90 euro e Seri Industrial con target di 10,90 euro dopo la trimestrale.

Giudizio add inoltre per Generali con obiettivo di 18 euro e Italgas con target di 6,10 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti