Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima a Tenaris

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 7 Novembre 2022 | 11:00

Equita giudica buy:

Anima con target price di 4 euro (oggi la trimestrale), Diasorin con prezzo obiettivo di 155 euro in scia al lancio del nuovo Analyte Specific Reagent per il virus del vaiolo delle scimmie e Intesa SanPaolo con fair value di 2,90 euro dopo la trimestrale.

Bestinver assegna un buy a:

Buzzi Unicem con target di 25-27 euro (domani la trimestrale), De’ Longhi con fair value di 20-22 euro (il 10 novembre la trimestrale), Interpump con obiettivo di 44-49 euro (il 10 novembre la trimestrale), Leonardo con fair value di 10-11 euro (accordo triennale con Ausind, società di servizi a socio unico di Confindustria Genova), Prysmian con target di 37,50-41,50 euro (il 10 novembre la trimestrale), Stellantis con obiettivo di 26-28 euro in scia alle vendite in Brasile a ottobre, Telecom Italia con fair value di 0,68-0,78 euro (il 9 novembre la trimestrale) e Tenaris con target di 18-19 euro (crescita sequenziale del +20% prevista nel 4° trimestre).

Intesa Sanpaolo valuta buy:

Anima Holding con prezzo obiettivo di 4,50 euro in scia alla rraccolta a otobre, Ariston Group con target price di 11,80 euro dopo la trimestrale, Ascopiave con fair value di 3,70 euro dopo la trimestrale, Avio con obiettivo di 11,50 euro (alla prossima conferenza dell’ESA il gruppo Ariane cercherà finanziamenti per il progetto Maia), Biesse con target di 21 euro, ridotto però dai precedenti 22 euro dopo la trimestale, Enel con fair value di 9,10 euro dopo la trimestrale, Innovatec con target di 3,10 euro ( investimento in una piattaforma di riciclaggio), Iren con fair value di 3,20 euro dopo la trimestrale, Leonardo con target di 12,70 euro dopo la trimestrale, Pirelli con fair value di 4,80 in scia alla trimestrale, Safilo con obiettivo di 1,89 euro dopo la tirmestrale, Sit con target di 9,30 euro dopo la trimestrale e Tenaris con obiettivo di 17,30 euro dopo la trimestrale.

Giudizio add inoltre per Igd con obiettivo di 4,30 euro dopo la trimestrale.

Deutsche Bank giudica buy:

Leonardo con target price di 11 euro, ridotto però dai precedenti 12 euro (l’ad Alessandro Profumo ha detto che non c’è valore in una fusione con Fincantieri e la stessa Fincantieri è d’accordo).

Kepler Cheuvreux assegna un buy a:

Leonardo con prezzo obiettivo di 11,50 euro, tagliato però dai precedenti 11,70 euro e Pirelli con fair value di 5,20 euro, alzato dai precedenti 5,20 euro dopo la trimestrale.

Jefferies valuta buy:

Tenaris con target di 22 euro in scia ai risultati dei primi nove mesi del 2022.

Mediobanca giudica ouperform:

Acea con obiettivo di 21,50 euro (completata l’acquisizione di Italmacero), Ariston con target di 12,30 euro, doValue con obiettivo di 8,50 euro (vendita di un portafoglio Gbv in Grecia), Enel con fair value di 7 euro dopo la trimestrale, Iren con target di 3,20 euro, Leonardo con obiettivo di 12,50 euro, Lu-Ve con fair value di 29 euro (il 14 novembre la trimestrale), Saipem con target di 1,20 euro (raggiunge un nuovo traguardo in vista sviluppo parco eolico offshore di Fécamp), Sit con obiettivo di 9,20 euro e Tenaris con fair value di 19 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti