Intesa SanPaolo, Azimut e PIL USA fanno tornare il sorriso

A
A
A
di Redazione 29 Agosto 2008 | 09:00
Giornata di acquisti sulle principali piazze finanziarie, il risultato del PIL americano e le aspettative positive su alcuni istituti finanziari europei riaccendono la speranza per la ripresa, facendo volare i principali indici delle borse europee e americane.

Giovedì 28 agosto di rialzi per le principali piazze finanziarie mondiali, a Wall Street il Dow Jones mette a segno un +1,85%, bene anche nel vecchio continente, con l’EuroStoxx che a chiusura delle contrattazioni registra un +1,83%. Positiva la giornata anche per il comparto finanza, e in particolar modo per l’area Europa. Il BlueIndex chiude la seduta con un guadagno del +3,62%. Tra le componenti, in evidenza: Credit Agricole +8,93%, Dexia +6,81%, Azimut +6,64%, Legg Mason +6,39%, IntesaSanpaolo +6,25% e Barclays +6,01%.

La semestrale di Intesa SanPaolo che conferma le attese degli analisti. Il gruppo bancario guidato da Corrado Passera chiude i primi sei mesi dell’anno con un utile in calo del 41%, risultato tuttavia in linea con quello del 2007. A pesare positivamente sul titolo a piazza affari, il discorso di Passera. Il numero uno di Intesa SanPaolo ha tranquillizzato gli investitori, confermando che sarà mantenuto il livello di distribuzione previsto nel piano per il 2008 ed il 2009, tranquillizzando così il mercato sui futuri dividendi staccati dalla banca italiana, premiata a piazza affari con un +6,25%.

Da piazza affari però le notizie non sono mancate: oltre il caso Alitalia, è stata anche la giornata di Azimut, +6,64%. La SGR italiana, in partnership con la Banca Popolare di Vicenza e Cattolica Assicurazioni, hanno annunciato che è in corso il progetto di creare una società del risparmio indipendente controllata in maniera equa dalle tre società. Obiettivo che dovrebbe concretizzarsi già entro la fine del 2009.

Buone notizie arrivate anche oltreoceano, il dato sul PIL negli Stati Uniti è stato superiore alle attese, riportando una crescita del 3,3% nell’ultimo trimestre. Dato questo, che assieme a quello dell’incremento dell’attività immobiliare americana, fa pensare ad una possibile riprese dell’economia statunitense.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 113,82 EUR +3,55%
American Express Nyse 40,39 USD +4,04%
Anima Borsa Italiana 1,175 EUR +1,38%
Axa Euronext 21,615 USD +5,36%
Azimut Borsa Italiana 5,88 EUR +6,64%
Banca Generali Borsa Italiana 4,6 EUR +4,31%
Bank of NY Mellon Nyse 35,39 USD +4,33%
Barclays Lse 26,08 USD +6,01%
BlackRock Nyse 218,75 USD +3,10%
BNP BNP 61,415 EUR +5,11%
Citigroup Inc Nyse 19,08 USD +5,29%
Credit Agricole Euronext 14,39 EUR +8,93%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 50,55 CHF +3,46%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 58,255 EUR +2,07%
Dexia Euronext 9,41 EUR +6,81%
Fortis Euronext 9,21 EUR +2,10%
FT Inv. Nyse 105,91 USD +3,85%
Goldman Sachs Nyse 161,83 USD +4,08%
Henderson Lse 122,25 GBp +1,03%
HSBC Investments Lse 857,5 GBp +2,44%
ING Euronext 21,285 EUR +2,35%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,64 EUR +6,25%
Invesco Nyse 26,08 USD +1,67%
Janus Capital Group Nyse 27,05 USD +5,21%
Jp Morgan Nyse 38,88 USD +4,68%
Julius Baer Swiss Market Exchange 66 CHF +2,88%
Legg Mason Nyse 44,95 USD +6,39%
Man Group Lse 555,5 GBp +2,11%
Mediobanca Borsa Italiana 9,475 EUR +2,49%
Mediolanum Borsa Italiana 2,9575 EUR +3,52%
Morgan Stanley Nyse 40,6 USD +3,96%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,793 EUR +3,94%
Natixis Euronext 5,47 EUR -3,86%
Nordea bank Omxnordicexchange 86,1 SEK +2,01%
Raiffeisen Wiener Borse 74,58 EUR +3,41%
Schroders Lse 1005 GBp +3,44%
Skandia (Old Mutual) Lse 99 GBp +3,34%
State Street Nyse 68,48 USD +3,10%
Ubs Swiss Market Exchange 23,88 CHF +4,55%
Unicredit Borsa Italiana 3,66 EUR +3,54%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti