Investimenti cripto, la view di CheckSig

A
A
A
di Redazione 11 Novembre 2022 | 10:44

Dalla creazione del Bitcoin, nel 2009, gli investimenti in crypto-asset hanno attirato sempre più investitori, anche privati, negli ultimi anni. A tal proposito, ecco la view a cura di Michele Mandelli, Managing Partner di CheckSig.

Dalla sua creazione nel 2009, il Bitcoin, oggetto dalle caratteristiche uniche (natura digitale e scarsa) è diventato, in modo spontaneo e senza una pianificazione centralizzata, una vera e propria asset class per volumi, liquidità e altri fattori tecnici. È assimilabile a una commodity e considerato uno strumento di diversificazione all’interno dei portafogli d’investimento. Grazie alle performance stellari registrate negli anni, l’investimento in crypto-asset ha attirato molti investitori, anche privati.

Tuttavia, investitori e consulenti devono essere consapevoli dei rischi ai quali ci si espone, in particolare modo legati a un quadro regolamentare ancora in evoluzione e alla cybersecurity.

Per queste ragioni, oggi l’investimento in cripto non è adatto a tutti. Occorre un preciso profilo di rischio-rendimento un elevato livello di educazione finanziaria (e/o il supporto di un consulente qualificato) e un orizzonte temporale di medio/lungo periodo. 

CheckSig è partita da questa forte e ha sviluppato un range di servizi pensato da una parte per gli operatori professionali (investitori istituzionali, banche private, piattaforme di scambio, consulenti), dall’altra per singoli investitori, come HNWI o clienti Private, mettendo a loro disposizione un ecosistema più sicuro, affidabile e trasparente. 

Concretamente cosa facciamo per loro un esempio pratico. Su internet è possibile accedere a 600 piattaforme che permettono di comprare e vendere cripto. Ognuna può presentare prezzi e livelli di liquidità diversi. CheckSig fa la best execution e individua la piattaforma migliore e più sicura in quel preciso momento per eseguire l’ordine dato dal cliente. I fondi del cliente sono poi depositati nei nostri conti di custodia ad alta sicurezza, evitando rischi di furto o perdita.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti