Il mondo dopo Lehman

A
A
A
di Redazione 15 Settembre 2008 | 16:00
Gli eventi che si sono abbattuti sui mercati nella giornata di oggi, lasciano spazio per commenti e analisi. Bluerating ha sentito Cole Kendall, Ceo di Understanding the Market LLC, per avere un punto di vista privilegiato sull’evoluzione del settore finanziario a Wall Street e sulle prossime decisioni della Fed.

Come cambia il mondo della finanza dopo il fallimento di Lehman Brothers?

Il fallimento di Lehman rappresenta un importante cambiamento: il Tesoro e la Fed non sono più disposte a fornire aiuti diretti alle grandi istituzioni finanziarie così come accaduto con Bear Stearns all’inizio dell’anno. Dopo questo nuovo atteggiamento verso i salvataggi delle istituzioni fallimentari, la Fed è ora più libera di agire sui tassi di interesse.

Che messaggio lancia la Fed alle istituzioni finanziarie?

Fino ad oggi il mercato credeva che la Fed potesse salvare qualsiasi grande istituzione che fosse in difficoltà; con il cambio di direzione, banche e società finanziarie in difficoltà vengono ‘invitate’ ad aumentare la propria liquidità. Ora che Lehman non è supportata dalla Fed (e che alcuni istituti privati hanno costituito un fondo anticrisi per tutelarsi), la Fed è ancora una volta libera di utilizzare i tassi di interesse come uno strumento di politica monetaria.

Quali sono gli altri nodi da sciogliere nel prossimi futuro?

Esistono preoccupazioni di breve respiro (cosa succederà al mercato dei CDS nelle prossime settimane, ad AIG e alle altre piccole società finanziarie)  e come questi eventi potranno influenzare la ripresa di lungo periodo (quanto e come verrà influenzata l’attività del settore finanziario nei prossimi anni).

Quali rischi corre la Fed?

La Fed, passando da una strategia di ‘salvataggio’ ad una che utilizza i tassi di interesse per risollevare tutta l’economia, sta correndo un grosso rischio strategico. Detto questo, se i mercati riusciranno ad uscire dalla crisi in breve tempo e senza effetti disastrosi, l’eventuale ripresa potrebbe essere più veloce del previsto, anche grazie al fatto che tutti i soggetti attivi nel mercato beneficeranno di una riduzione del costo del denaro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: la Fed continua il “balancing act”

Mercati, tapering e tassi Usa: le attese degli analisti

Mercati: la pericolosa relazione tra Bitcoin e la Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X