EPIC, decimo anniversario con uno sguardo a Expo 2015

A
A
A
di Marcella Persola 17 Settembre 2008 | 15:15
Si rinnova a Roma l’appuntamento con la manifestazione dedicata al mondo immobiliare internazionale. Attenzione rivolta alle turbolenze economico-finanziarie ma anche al futuro evento milanese. Previsto un focus dedicato al mercato newyorkese.
Nuovo appuntamento a Roma per l’industria del real estate. Si terrà il prossimo 25 e 26 settembre 2008 – all’Hotel St Regis Grand di Roma, l’appuntamento con la decima edizione di EPIC: una delle più importanti manifestazioni italiane dedicata al settore immobiliare e alla finanza internazionale. 
 
Quest’anno la conferenza festeggerà anche i suoi primi dieci anni di attività. Nata nel 1999 con l’obiettivo di far incontrare il mondo del real estate italiano con i top players internazionali, EPIC (European Property Italian Conference) ha cambiato letteralmente volto nel corso degli anni. 
«In questi anni EPIC ha accompagnato l’evoluzione del mercato italiano e contribuito alla formazione della nuova classe dirigente del settore, collaborando in maniera decisiva alla creazione di una vera industria immobiliare made in Italy, capace di gestire gli alti e bassi del mercato» afferma il presidente Claudio Pancheri. E soprattutto, oggi che le condizioni del mercato non sono rosee e che gli operatori si trovano di fronte a un periodo di turbolenza economico-finanziaria e un clima caratterizzato da elevata volatilità, la conferenza si è posta l’obiettivo di darà risposte e indicazioni concrete per cogliere le opportunità di un “New Deal” immobiliare.
 
«Il ciclo immobiliare è in fase di trasformazione – continua Pancheri – ma i leader sanno che da situazioni complesse possono derivare grandi opportunità. EPIC riunisce ogni anno oltre 500 operatori tra i più attivi e dinamici del settore e dunque, quest’anno più che mai, sarà un appuntamento strategico per scattare una fotografia del mercato che escano dai confini nazionali dei singoli Paesi e aiuti gli operatori ad orientarsi in un sistema complesso, per elaborare strategie che permettano di individuare nuovi percorsi, andando a stimolare aspetti come la creatività e l’innovazione». 
EPIC 2008 analizzerà, infatti, la situazione del sistema finanziario mondiale e le tendenze nel breve-medio termine; esaminerà l’operato dei fondi sovrani e il loro nuovo ruolo nel sistema finanziario globale. Esperti internazionali daranno la propria lettura sull’evoluzione del settore fondi e degli altri strumenti finanziari. Partendo dal ruolo degli investitori istituzionali si andranno a esplorare le nuove necessità del sistema e gli orizzonti dei players a livello locale e internazionale, nonché le strade da intraprendere per trovare fonti e prodotti alternativi, a fronte della scarsità di risorse, economiche e non, a disposizione degli operatori. Il tutto seguendo la formula che da sempre la caratterizza, ossia quella di conferenza. 


«Non ho mai voluto fare una fiera, perché ero molto più interessato a organizzare un contenitore di qualità, in cui si esprimesse positivamente la lobby del real estate» continua Pancheri. Anche se l’obiettivo resta Milano e il suo EIRE. 
«Di certo ambiamo a eguagliare la fiera milanese, ma devo ammettere che EPIC è riconosciuta ormai a livello internazionale come appuntamento da non mancare, sia per la qualità degli interventi e sia perché scegliamo sempre location molto prestigiose in una città eterna come Roma» precisa il presidente. 
 
E anche quest’anno le due giornate saranno strutturate con una main conference, in cui troveranno spazio gli argomenti di attualità a più ampio respiro e delle round table su tematiche specifiche.
«Ci siamo chiesti dove va il real estate, in considerazione della volatilità del sistema finanziario e della ridotta disponibilità di credito. E’ necessario fare un’analisi sui fondi e le prospettive dei nuovi strumenti finanziari. Inoltre, con un focus sul mercato newyorkese, cercheremo di capire che opportunità è in grado di offrire un mercato che sta esplodendo» continua il presidente di EPIC. Insomma l’obiettivo è quello di conoscere e approfondire l’attuale situazione, quanto durerà e quali sono le opportunità che il mercato immobiliare newyorkese può offrire agli operatori italiani ed europei, aspetto peraltro reso particolarmente interessante dall’attuale congiuntura finanziaria internazionale. 
 
Ma le riflessioni non riguarderanno soltanto il mercato in generale. Ci sarà anche spazio per gli investitori…

Tutti gli approfondimenti li trovi nel numero di REALTY, allegato a HEDGE, attualmente in edicola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cercasi Prozac per il Real Estate

NEWSLETTER
Iscriviti
X