Indice Bnl Fondi Immobiliari batte le altre asset class

A
A
A
Avatar di Marcella Persola 19 Settembre 2008 | 15:30
L’indice Bnl Fondi Immobiliari che monitora l’andamento dei fondi immobiliari quotati mostra segni di stabilità. Dall’Ufficio Studi del gruppo evidenziano che dopo la discesa di giugno e luglio, il mese di agosto ha mostrati segnali positivi…

Andamento stabile per i fondi immobiliari quotati. E’ questo quanto emerge dall’indice Bnl Fondi Immobiliari, rappresentativo dei 22 fondi quotati. «Osservando l’andamento dell’Indice BNL, che descrive l’andamento dei fondi immobiliari quotati italiani, è possibile notare come questa tipologia di fondi continui a rappresentare un investimento a bassa volatilità, anche durante periodi come quello attuale in cui i mercati finanziari di tutto il mondo stanno mostrando forti difficoltà» fanno sapere dall’Ufficio Studi della società del gruppo Bnp Paribas.

L’indice infatti continua a mostrare un andamento piuttosto stabile, in confronto sia con altre asset class sia con altri indici del settore immobiliare. «Una delle dimostrazioni di tale stabilità è rintracciabile nei dati che descrivono la volatilità dell’Indice BNL che, dal 2002 a oggi, mostra un livello (2,4%) decisamente più basso rispetto all’Indice MIB30 (3,8%) e dell’Indice delle società quotate del settore immobiliare in Italia (5,8%)» precisano dall’Ufficio Studi.

In particolare se si osserva l’andamento di questi indici è possibile notare come, in un periodo di espansione dei mercati borsistici come quello tra il 2003 e l’estate del 2007, la crescita dell’Indice BNL, seppur costante nel tempo, sia stata inferiore alla crescita registrata dalle società immobiliari, sia a livello italiano (Indice MIB Real Estate) sia a livello europeo (Indice EPRA). In compenso dallo scoppio della crisi dei mutui americani cosiddetti subprime, cioè dall’inizio dell’estate del 2007 ad oggi, l’Indice BNL è rimasto sostanzialmente stabile (+0,6%), mentre il MIB30 ha perso più del 30%, il MIB Real Estate quasi il 60% e l’Indice EPRA delle società quotate europee del settore immobiliare quasi il 45%.

Il buon andamento dei fondi immobiliari quotati è da ricondurre alla bassa correlazione che questi hanno rispetto all’andamento dei mercati borsistici, gli investimenti dei fondi immobiliari sono infatti investimenti di lungo periodo che poco risentono delle fasi negative dei mercati azionari.

Dall’Ufficio Studi di Bnl Fondi Immobiliari precisano che: «solamente nei mesi di giugno e luglio di quest’anno l’Indice BNL dei Fondi Immobiliari ha registrato un andamento piuttosto negativo (perdendo rispettivamente il 4% e il 7%) e facendo registrare le due peggiori performance mensili di sempre. Il forte ribasso ha coinciso con l’adozione del decreto legge che prevede un aumento della tassazione sui redditi derivanti dalla compravendita di quote di fondi immobiliari dal 12,5% al 20%».

Tuttavia nel mese di agosto la situazione è migliorata perché l’Indice BNL ha dato importanti segnali di ripresa con un aumento del 4,6%. Segno che si è ripreso ad investire regolarmente in questo comparto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi immobiliari, ecco i rendimenti

Bnl Fondi Immobiliari: ecco le informazioni su Portfolio Immobiliare Crescita

Bnl Fondi Immobiliari punta sui magazzini METRO

NEWSLETTER
Iscriviti
X