Mercati, Iniziative Bresciane: l’analisi fondamentale di Market Insight

Nonostante l’eccezionale carenza di precipitazioni che ha impattato sull’andamento dell’esercizio 2022, Iniziative Bresciane chiude il bilancio consolidato con il segno più e procede con determinazione per incrementare la propria capacità installata. In particolare, in Toscana, il gruppo compie passi avanti nel progetto sul fiume Arno: dopo l’entrata in esercizio dei primi 2 impianti, ora INBRE ha ultimato la realizzazione di altre tre centrali che attendono la connessione alla rete elettrica nazionale e ha avviato i cantieri di altri 2 impianti. A oggi il management conferma di concludere l’intero investimento secondo quanto programmato. Non solo, le risorse originate dalla recente cessione della partecipazione in Iniziative Bergamasche contribuiranno allo sviluppo complessivo del business e alla riduzione della PFN.

I questo scenario, ecco di sesuito l’analisi fondamentale sul titolo elaborata dagli analisti di Market Insight.

        1. Modello di business
        2. Ultimi avvenimenti
        3. Conto economico
        4. Dati operativi
        5. Stato patrimoniale
        6. Outlook

Modello di business

Iniziative Bresciane (INBRE) opera nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con focus su impianti idroelettrici di medie e piccole dimensioni, inferiori a 3 MW, direttamente o attraverso società operanti nel settore idroelettrico, alcune in partnership con istituzioni pubbliche e private.

Il gruppo dispone e gestisce una quarantina impianti idroelettrici in esercizio, in parte direttamente e in parte avvalendosi di società specializzate, che per la quasi totalità beneficiano di meccanismi di incentivazione (certificati verdi, oggi denominati GRIN, o tariffa omnicomprensiva), avendo ottenuto la qualificazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili (IAFR o FER) da parte del Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

Gli impianti idroelettrici sono localizzati nelle province di Brescia, Bergamo, Cremona, Firenze, Lucca e Trento.

Il gruppo inoltre è titolare di progetti in corso di sviluppo e/o concessioni già rilasciate.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!