Mercati: Ftse Mib, Dax ed Euro Stoxx 50 ancora alla finestra

Niente da fare per ora per l’indice Ftse Mib: latita per ora l’elemento volatilità al rialzo; cioè giornate consecutive da +3%,+4%,+5% non ci sono state e fintanto che vi sarà tale mancanza non si può mettere un suggello all’ipotesi rialzista.

In altre parole, fino a quando non si verificherà veramente tale condizione, non si potrà mai escludere un’ipotesi ribassista come quella di Figura 1. Bisogna dunque avere pazienza e attenderne l’eventuale verificarsi oppure no.

Fig 1. Future Ftse Mib – Grafico settimanale

Come già detto, non risulta ancora così evidente l’eventuale accelerazione rialzista per il Dax. E’ infatti vero che ha superato  il suo massimo del 2022 di 16.290,19 punti ma non si è prodotto per ora in un’ accelerazione rialzista. E’ dunque possibile che tale livello possa rappresentare un trampolino di lancio per il rialzo (Figura 2) oppure no. Anche qui occorre attendere. Cosa? Giornate consecutive da +3%, +4%, +5% che se realmente dovessero manifestarsi chiuderebbero la questione ribasso per sempre. Altrimenti no.

Fig  2. Dax Index – Grafico settimanale

Lo stesso grafico e le stesse considerazioni valgono per l’indice Euro Stoxx 50 : i livelli attuali possono essere una rampa di lancio rialzista oppure esattamente l’opposto. A farci capire la verità contribuirebbero variazioni giornaliere consecutive a +3%, +4%, +5%.

Fig 3. Euro Stoxx 50Index  – Grafico settimanale

A cura di Fabio Pioli, trader, analista finanziario e ideatore di Miraclapp

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!