Asset allocation: l’healthcare e l’impatto dell’intelligenza artificiale

Non è una novità che le evoluzioni tecnologiche richiedano spesso più tempo di quanto inizialmente previsto, ma quando si concretizzano sembrano avvenire rapidamente. Ciò è dovuto al modo in cui i progressi tecnologici tendono a sommarsi, con ogni nuovo sviluppo che consente di raggiungere traguardi ancora più grandiosi. Nell’ultimo anno circa, diverse stelle si sono allineate: i progressi negli algoritmi, nella tecnologia delle GPU e nell’accessibilità dei dati hanno permesso il lancio di Chat-GPT. Questo ha portato l’intelligenza artificiale alla ribalta, scatenando un intenso dibattito tra gli investitori, le aziende e il pubblico in generale: sebbene sembri un fenomeno improvviso, molte organizzazioni hanno lavorato dietro le quinte per decenni per coltivare e sfruttare le potenziali applicazioni.

In questo scenario, ecco di seguito la view, in ottica di investimentio, di Kevin Kruczynski, Investment Manager di GAM Investments.

Healthcare: un’area per l’adozione precoce dell’IA

Questo ci porta al settore healthcare, che da tempo è un’area promettente per l’adozione precoce dell’IA, in quanto offre la promessa di migliorare la qualità, l’efficacia e la disponibilità delle cure. Si tratta di un ambiente che crea un enorme volume di dati, che possono essere utilizzati per addestrare i sistemi di IA a migliorare diagnosi, trattamenti e prevenzione. Gli operatori sanitari prendono regolarmente decisioni complesse basate su informazioni incomplete; i modelli di IA possono analizzare ampie serie di dati e offrire preziose indicazioni per assistere il processo decisionale.

Intuitive Surgical, il principale fornitore di sistemi chirurgici robotici, da anni integra l’intelligenza artificiale per migliorare la precisione e l’efficienza dei suoi sistemi da Vinci. Ad esempio, la guida all’immagine potenziata dall’intelligenza artificiale può aiutare i chirurghi a vedere più chiaramente durante l’intervento, con dati sovrapposti nel campo visivo, e gli strumenti di supporto decisionale potenziati dall’intelligenza artificiale aiutano a prendere decisioni migliori. Le sue pinze chirurgiche intelligenti possono misurare la compressione dei tessuti ed effettuare regolazioni automatiche del processo per garantire un posizionamento ottimale, riducendo il rischio di complicazioni. Il sistema può monitorare il paziente durante la procedura e aggiornare il piano operativo per prevenire eventuali problemi. Con due decenni di dati di utilizzo e oltre 12 milioni di procedure già eseguite e registrate sui suoi sistemi, Intuitive ha un vantaggio significativo rispetto a tutti i concorrenti emergenti in termini di raccolta di dati e capacità di addestramento di modelli di intelligenza artificiale.

Omnicell è un fornitore leader di mercato di soluzioni per la gestione dei farmaci. L’azienda utilizza l’intelligenza artificiale per migliorare l’accuratezza e l’efficienza dei suoi sistemi di distribuzione dei farmaci. Ad esempio, gli strumenti di analisi possono aiutare gli ospedali a tenere traccia dei livelli di inventario dei farmaci, a identificare potenziali carenze di medicinali e a ridurre il problema della cattiva compliace medica, che vale 600 miliardi di dollari.  Si tratta di un aspetto importante, dal momento che la gestione delle carenze di farmaci comporta un notevole dispendio di tempo.

Dexcom, leader nella produzione di dispositivi per il monitoraggio continuo del glucosio, utilizza l’intelligenza artificiale per migliorare l’accuratezza delle letture del glucosio e per personalizzare gli avvisi e gli allarmi al fine di aiutare i pazienti a comprendere e prendere decisioni più informate per gestire i rischi del diabete.

Oxford Nanopore sviluppa una tecnologia di sequenziamento a nanopori che è più veloce, più economica dei metodi tradizionali di sequenziamento del DNA. Utilizza l’intelligenza artificiale per rendere la sua tecnologia più precisa, efficiente e potente. Grazie anche ai suoi algoritmi di analisi dei dati AI, ha migliorato l’accuratezza del sistema dall’85% del 2015 a oltre il 98%. Questo miglioramento ha reso il sequenziamento a nanopori uno strumento più potente e versatile per una varietà di applicazioni; ad esempio, ora viene utilizzato per diagnosticare malattie, monitorare i cambiamenti ambientali e sviluppare nuovi farmaci.

Outlook

È necessario continuare a dimostrare che le aziende in crescita dirompente sono in grado di superare con successo le fasi di ribasso, mantenendo la crescita sostanzialmente inalterata. Sebbene non si tratti di un’epoca simile a quella delle dotcom del 2000, vi sono dei parallelismi in termini di denaro liberamente disponibile e destinato a molte startup. Nel 2013, secondo Barrons, c’erano circa 30 Unicorni privati (aziende con una valutazione superiore a 1 miliardo di dollari). Da allora questo numero si è moltiplicato per 30 volte, arrivando a circa 1350. Si tratta di trilioni di dollari di valore di mercato che devono essere dimostrati.

Continuiamo a ritenere che le società disruptive siano state eccessivamente penalizzate in termini di price action nel corso del 2022. Questo ha iniziato a manifestarsi negli ultimi mesi e ci aspettiamo che continui. Il forte movimento delle società più grandi probabilmente si ridurrà in termini relativi.  Il problema delle dimensioni e dell’influenza si è riflesso anche nella rara decisione del Nasdaq di ribilanciare il Nasdaq 100, riducendo il peso dei Magnifici 7 e aumentando quello di altri nomi per riflettere meglio la componente trasversale delle opportunità di crescita. Tutti questi fattori lasciano presagire un periodo di continua sovraperformance per le azioni growth.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!