Fortis & Hypo Re: prove di fallimento

A
A
A
di Marco Mairate 29 Settembre 2008 | 11:00
Tutto da rifare. Il piano di salvataggio (proposto dal Governo Usa) stenta a partire e l’Europa soffre la crisi di liquidità che negli ultimi tre mesi ha colpito le banche Usa. Nel weekend si studia il piano di salvataggio di Fortis mentre lunedì mattina Hypo Real Estate crolla per timori (concreti) di fallimento.

L’onda lunga della crisi finanziaria di Wall Street si sta spostando verso l’Europa e nemmeno troppo lentamente. Dopo avere osservato fallimenti e salvataggi illustri al di là dell’Atlantico, ora anche l’Europa si sveglia dal suo torpore per comprendere che la crisi è globale e non solo americana.

Dopo settimane di conferme e smentite, il gruppo Fortis si vede costretto a chiedere aiuto al Governo per non cadere nella trappola della liquidità (che non c’è più). Il fiore all’occhiello della finanza franco-belga, la banca che ha partecipato alla madre di tutte le operazioni finanziarie,  riceve così 11,2 miliardi di euro di mezzi freschi tramite un’operazione congiunta delle banche centrali Belga, Olandese e del Lussemburgo. Senza questa massiccia iniezione di liquidità il gruppo avrebbe sicuramente capitolato, creando panico tra investitori e controparti.

Alla fine, dopo una lunga trattativa durante il weekend, viene decisa la parziale nazionalizzazione del gruppo cui seguirà uno ‘spezzatino’ dei suoi asset  e la vendita molto probabilmente alla francese Bnp Paribas e all’olandese ING.

Da aggressore a vittima. Finisce così l’exploit di un’altra meteora della finanza che conta: un gruppo divenuto in pochi anni la più grande istituzione finanziaria della Vecchia Europa con oltre 85.000 dipendenti e sei milioni di clienti . Dalla spartizione di Abn Amro, inoltre, Fortis ha ricevuto le attività private banking e asset management dell’omonimo gruppo e la rete di sportelli olandesi.

Ma la bufera che attraversa l’Europa sembra aprirsi a ventaglio su tutti i settori. Se i finanziari soffrono anche il settore immobiliare sfiora il panico. A Francoforte, Hypo Real Estate Holding, cede oltre cinquanta punti percentuali sui timori che il gruppo possa fallire. Nel tentativo di frenare le vendite il gruppo bavarese in mattinata ha annunciato la cancellazione del dividendo mentre un pool di banche ha accordato una linea di finanziamento speciale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X