Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima Holding a Telecom Italia

Equita valuta buy:

Banca Mediolanum con target price di 10,80 euro in scia ai dati relativi alla raccolta di dicembre, Cairo Communication con prezzo obiettivo di 2,50 euro (secondo MF la Rai potrebbe chiedere al Governo sull’innalzamento dei limiti al tetto pubblicitario), Enav con fair value di 4,50 euro (le stime per il 2024 della Sim milanese parlano di un +6% per il traffico service units della società), Eni con obiettivo di 9,50 euro (secondo MF, il gruppo italiano le autorità nigeriane starebbero lavorando a un’intesa sulla disputa del blocco OPL 245), Pirelli con target di 5,90 euro (Tronchetti Provera ha aumenttoa la presa su Camfin e la stessa Pirelli), Poste Italiane con fair value di 12 euro (secondo Il Corriere della Sera Poste avrebbe inviato una manifestazione di interesse a F2i per sottoscrivere una quota del fondo destinato a rilevare circa il 10% di Netco, società in cui verrà scorporata la rete di Tim) e Telecom Italia con target di 0,40 euro (sul tema NetCo, KKR avrebbe avviato contatti con l’Antitrust europeo a dicembre per la prenotifica e starebbe lavorando per la notifica vera e propria per fine mese).

Banca Akros assegna un buy a:

Anima Holding con prezzo obiettivo di 4,70 euro in scia ai dati relativi alla raccolta di dicembre e Leonardo con fair value di 18 euro (nonostante la nuova investigazione sul Boeing 737 Max).

Giudizio accumulate inoltre per Amplifon con target price di 31 euro (Essilux ha lanciato soluzioni acustiche integrate negli occhiali), Campari con fair value di 12,70 euro (sebbene la Cina stia effettuando un’indagine antidumping sulle importazioni dall’UE di brandy) e Webuild con obiettivo di 2,40 euro (il Governo italiano cambierà la normativa sui contratti di costruzione per migliorare i termini di pagamento delle imprese).

Intesa Sanpaolo giudica buy:

D’Amico International Shipping con target di 6,40 euro (le navi di D’Amico con contratti a tempo determinato continuano a transitare dal Mar Rosso in quanto la rotta è decisa dai noleggiatori).

Mediobanca valuta outperform:

Ariston (puntare su ulteriori M&A e partnership) e Stellantis (la produzione automobilistica italiana è cresciuta del 10% nel 2023 secondo le stime).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!