Le soluzioni alla crisi di Mr. Carmignac

A
A
A
di Francesco Biraghi 1 Ottobre 2008 | 12:30
Edouard Carmignac, presidente e fondatore di Carmignac Gestion, esprime forti preoccupazioni per l’attuale situazione finanziaria dei paesi occidentali, mostrandosi comunque fiducioso sugli effetti positivi che potranno avere gli interventi congiunti delle principali Banche Centrali.

“La crisi di solvibilità di alcune istituzioni finanziarie si è trasformata in una crisi di fiducia, le cui ripercussioni deflazionistiche spingono verso il basso tutti i mercati finanziari e mettono in pericolo la già debole crescita delle economie europea e americana, minacciando forse anche la grande resilienza delle economie emergenti.”

Spiega Edouard Carmignac (nella foto), presidente e fondatore di Carmignac Gestion, società di gestione francese che ha preso il suo nome. E’ fra le principali società di gestione indipendenti europee, attualmente propone una gamma di 18 fondi comuni, con un patrimonio in gestione di circa 14 miliardi di euro.Edouard Carmignac fondatore di Carmignac Gestion

Rimane comunque fiducioso sui possibili effetti degli interventi congiunti delle autorità monetarie:  “Qualche settimana fa avevamo identificato le condizioni necessarie per un ritorno dei mercati alla calma: da una parte, la nazionalizzazione delle società Fannie Mae e Freddie Mac, e di tutte le istituzioni finanziarie il cui default potrebbe causare dei danni finanziari collaterali troppo importanti. Questa fase è già in atto. Dall’altra, una politica monetaria di rilancio dell’economia mondiale, chiara e coordinata. La Cina ha dato un esempio altamente simbolico, abbassando i propri tassi di interesse, in un momento in cui la sua crescita economica rimane ancora vicina al 10%. Le banche centrali europea e americana potrebbero, a loro volta, agire con fermezza nelle prossime settimane.

Così, mentre attraversiamo un periodo difficile, le importanti misure che si stanno applicando progressivamente contribuiranno a cancellare la crisi e, allo stesso tempo, porteranno a conclusione i correttivi necessari per ovviare agli eccessi finanziari del passato.”

E spiega la soluzione adottata dai propri gestori per affrontare questo momento di crisi dei mercati: “Senza dubbio, il nostro obiettivo di gestione a performance assoluta non è mai stato così difficile da ottenere nel breve termine.

La prudenza ci ha portato ad introdurre, temporaneamente, la settimana scorsa delle posizioni di copertura che mirano a ridurre la nostra esposizione alla volatilità dei mercati sui livelli minimi autorizzati. Queste coperture verranno tolte quando ritornerà la fiducia nel sistema bancario mondiale. La nostra lettura delle prospettive economiche e le valutazioni di borsa attuali dovrebbero quindi portare a un sensibile apprezzamento del nostro patrimonio.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Carmignac: la festa sui mercati sta per finire?

Médecin (Carmignac): accelerata in vista per l’inflazione

È iniziata la grande transizione

NEWSLETTER
Iscriviti
X