Criptovalute, Bitcoin: le previsioni in vista dell’halving di aprile

Bitget, tra i leader a livello globale nel settore degli exchange di criptovalute, ha condotto uno studio incentrato sul prossimo halving del Bitcoin ad aprile che rivela una previsione ottimistica sulle quotazioni: l’84% degli investitori interpellati concordA in merito al raggiungimento di un nuovo massimo da parte del Bitacoin entro il prossimo trimestreE il 70% degli stessi prevede di incrementare gli investimenti nel corso del 2024, come riportato da Cryptonomist.ch.

L’indagine, basata su un campione demografico globale e che offre una panoramica della mentalità degli investitori nel settore delle criptovalute e delle loro prospettive sul mercato post-dimezzamento, ha coinvolto una vasta gamma di partecipanti provenienti da regioni quali l’Europa occidentale, l’Europa orientale, il Sud-est asiatico, l’Asia orientale, l’area MENA e l’America Latina, raggiungendo un totale di 9.748 investitori.

La metodologia ha compreso l’analisi di dati anonimizzati, focalizzandosi sulle percezioni degli investitori riguardo al prossimo halving di Bitcoin e sulle modifiche previste nelle loro decisioni di investimento.

In primo luogo, dall’analisi di Bitget si osserva che l’84% dei partecipanti prevede che Bitcoin supererà il massimo storico del precedente mercato di 69.000 dollari nella prossima fase rialzista. In particolare, con percentuali superiori all’80% in molte regioni, ad eccezione dell’Europa orientale.

A livello globale, più della metà degli intervistati prevede che il prezzo di Bitcoin durante l’halving, previsto per aprile 2024, si collocherà tra i 30.000 e i 60.000 dollari, mentre il 30% prevede che il prezzo supererà i 60.000 dollari.

Inoltre, circa il 70% degli intervistati ha l’intenzione di aumentare gli investimenti in criptovalute, con percentuali più elevate nelle regioni MENA e nell’Europa orientale, indicando una maggiore propensione ad aumentare gli investimenti.

I dati suggeriscono un sentiment di “cautela a breve termine e ottimismo a lungo termine” tra gli investitori dell’Europa occidentale.

Nello specifico le opinioni più positive provengono dai mercati dell’America Latina, dell’Asia orientale e del Sud-Est asiatico. Le regioni europee, al contrario, mostrano aspettative più conservative.

Oltre il periodo di dimezzamento, invece, gli investitori mantengono una forte convinzione che il Bitcoin supererà il suo precedente massimo storico nella prossima fase rialzista.

Anche le regioni più prudenti mostrano un notevole ottimismo per il futuro della criptovaluta, con una prospettiva che combina cautela a breve termine e fiducia a lungo termine, evidente soprattutto in alcuni mercati europei.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!