Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Azimut a Telecom Italia

Banca Akros assegna un buy a:

Azimut con prezzo obiettivo di 27 euro in scia ai dati sulla raccolta a gennaio, Banca Mediolanum con target price di 11,50 euro dopo la trimestrale e i dati sulla raccolta a gennaio, Illimity Bank con fair value di 6,50 euro dopo i risultati del 2023, Leonardo con obiettivo di 18 euro in vista dei risultati del 2023 che saranno pubblicati il 29 febbraio, Pirelli con target di 5,50 euro in vista della trimestrale in calendario il 6 marzo, Prysmian con fair value di 43 euro (Nexans ha acquistato Triveneta Cavi), Revo Insurance con target di 11,80 euro (approvato il piano 2024-2027 e aperta una branch in Spagna) e Spindox con obiettivo di 15,50 euro (il board ha approvato il lock-up per una serie di azionisti rilevanti).

Giudizio accumulate inoltre per BFF Bank con fair value di 11,20 euro dopo i risultati del 2023 e Credem con obiettivo di 9 euro dopo i risultati del 2023 e i dividendi che saranno distribuiti nel 2024, Stellantis con target di 22,50 euro (la joint venture Automotive Cells Company ha ottenuto finanziamenti per 4,4 mld di euro) e Webuild con fair value di 2,40 euro (nuov contratto in Italia per i viadotti sull’autostrada A25).

Intesa Sanpaolo giudica buy:

Azimut con target di 27,20 euro, Banca Ifis con fair value di 19,80 euro dopo la trimestrale, Banca Mediolanum con obiettivo di 9,50 euro, Banco Bpm con target di 6,40 euro dopo la trimestrale, Cementir con target di 9,80 euro (Ebitda 2023 migliore delle attese), Credem con fair value di 10 euro dopo la trimestrale, Erg con obiettivo di 32,50 euro (la Commissione Europea ha dato il via libera all’acquisizione del 75% di Apex Clean Energy), Illimity con target di 6,70 euro, Leonardo con fair value di 14 euro (dopo i risultati del 2023), Pattern con target di 8,20 euro in scia ai risultati preliminari del 2023, Poste Italiane con obiettivo di 11,10 euro (nonostante l’indagine dell’Antitrust sul business dell’energia), Revo Insurance con target di 11,60 euro, Sanlorenzo con fair value di 51,50 euro dopo i risultati preliminari del 2023, Stellantis con obiettivo di 21,20 euro in scia alle vendite a gennaio e Telecom Italia con target di 0,40 euro (è in un momento critico in cui tutte le parti coinvolte hanno poche alternative rispetto al separazione della rete).

Mediobanca valuta overweight:

Elica, Finecobank, Iren, Ovs, Piovan, Poste Italiane, Salcef e Tinexta.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!