Criptovalute: Ethereum prospera ma Solana può rovinargli la festa

Negli ultimi mesi, ci si è molto concentrati sul rally del Bitcoin e di come, a seguito dell’emissione di ETF dedicati negli stati Uniti, abbia superato il suo valore massimo storico. Tuttavia, ilBitcoin non è l’unica a vivere un rally di mercato, in quanto anche Ethereum, la seconda criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato e la prima di quelle basate su Proof-of-Stake (PoS), si sta avviando a stabilire nuovi record dopo il “crypto winter”.

Il fatto che Ethereum rimanga l’ecosistema leader, con una quota di mercato del 75% dello staking globale (una metrica nativa delle criptovalute simile agli asset under management) è dovuto al fatto che numerose soluzioni della categoria Layer 1 (L1) alternative a Ethereum non hanno riscontrato un vasto interesse da parte dei player di mercato e oggi stanno perdendo terreno, con un’inflazione insostenibilmente elevata e la mancanza di applicazioni innovative.

D’altra parte, le soluzioni Layer 2 (L2) o “di scalabilità”, operanti proprio su Ethereum, possono fornire transazioni veloci e convenienti, senza compromettere la sicurezza, con alcuni progetti come Fantom, Celo e Canto che hanno cambiato direzione decidendo di trasformarsi in L2 per sfruttare la sua liquidità e ottenere maggiore consenso da parte degli utenti. Questo è un trend che a detta di 21Shares vivrà un’accelerazione nel corso del 2024.

Infatti, appare abbastanza chiaro che Ethereum si stia trasformando assumendo sempre di più i contorni delle blockchain modulari, spostando le funzioni di esecuzione degli smart contract sulle soluzioni L2, poiché queste sono in grado di processare in tempi più brevi oltre il 70% delle transazioni sul network. Da ciò si evince come ETH L2 non siano concorrenti, ma innovazioni complementari e reciprocamente vantaggiosi, con i secondi che traggono vantaggio dalla maggiore sicurezza offerta da Ethereum tramite la convalida dello stato e la memorizzazione dei dati delle transazioni. In cambio, gli L2 pagano il primo per questo servizio. Per dare un idea del fenomeno, nel 2023 Ethereum ha ricevuto oltre 72 milioni di dollari sottoforma di investimenti per la sicurezza della loro rete da parte di soluzioni Layer 2, delle quali, secondo i dati di novembre 2023, ve ne sono 32 attive sul mercato, ma molte altre sono in procinto di essere lanciate nel corso di quest’anno, tanto che potremmo assistere a un raddoppio dei player, prima di una probabile fase di consolidamento.

Progetti come Optimism, Arbitrum, zkSync e Polygon hanno già lanciato i loro kit di sviluppo, consentendo ad applicazioni ed exchange come Coinbase, OK e Kraken di lanciare i propri L2 con facilità e 21Shares ritiene che OP Stack, ZK Stack, Arbitrum Orbit e Polygon CDK si contenderanno l’adozione per costruire effetti di rete ed economie di scala nel 2024.

In tutto questo ecosistema che si sta formando, è opportuno fare un discorso a parte per Solana.

Questa blockchain ha attraversato una fase di rinascita, dopo le serie problematiche riscontrate nel 2021 e nel 2022, attribuibili anche al crollo di FTX e all’arresto di Sam Bankman-Fried. Nonostante le difficoltà, il network ha mantenuto una comunità fidelizzata di quasi 1.000 sviluppatori attivi mensilmente, differenziandosi grazie all’offerta di velocità e commissioni di transazione eccezionalmente basse, anche rispetto alle soluzioni L2.

Solana è più efficiente dal punto di vista del capitale di oltre il doppio rispetto alla seconda classificata, Polygon, e di oltre 13 volte la blockchain principale di Ethereum. L’ecosistema sta prosperando con soluzioni innovative difficili da realizzare nelle reti compatibili con Ethereum nel loro attuale stato, come:

  • Hivemapper, una mappa decentralizzata, ha coperto 1.145 regioni e 82 milioni di km in tutto il mondo.
  • Jito, un protocollo di staking liquido che cattura il MEV, ha raggiunto un TVL di 350 milioni di dollari e può mitigare l’impatto negativo del MEV, simile a Flashbots su Ethereum.
  • NFT compressi possono portare a un miglioramento del costo del 2.400x per la creazione di un milione di NFT.
  • Firedancer, un nuovo client di convalida, può migliorare la resilienza e la capacità di Solana di ordini di grandezza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!