Borse: si preannuncia una settimana pesante

A
A
A
di Redazione 6 Ottobre 2008 | 07:30
Dopo la debole chiusura di venerdì sera di Wall Street, l’Europa inizia le contrattazioni in modo semidisastroso con un calo del 5,5%. In Giappone il Nikkei 225 lascia sul parterre il 4,25% subendo le incertezze che ancora circolano sui finanziari, mentre in Italia viene ritardato l’orario di apertura di UniCredit dopo la diffusione del piano di rafforzamento di capitale.

Dopo la debole chiusura di venerdì sera di Wall Street, che archivia un calo dell’1,35% per lo S&P 500 e dell’1,48% per il Nasdaq Composite, l’Europa inizia le contrattazioni in modo semidisastroso con un calo del 5,5%.

Molto pesante in avvio di settimana il Giappone con il Nikkei 225 che lascia sul parterre il 4,25% subendo le incertezze che ancora circolano sui finanziari e sui titoli legati all’esportazione che risentono del rafforzamento dello Yen.

In Italia nel frattempo viene ritardato l’orario di apertura di UniCredit dopo la diffusione del piano di rafforzamento di capitale che comporterà il pagamento di dividenti sotto forma di azioni e l’emissione di un prestito convertibile.

Mercato obbligazionario che risente delle fuga dalle azioni e si mostra molto tonico con il bund future tornato in area 116,50 mentre i rendimenti dei titoli a breve termine si mantengono molto compressi, in prossimità del 2% nella curva tedesca, ad evidente manifestazione del flight to quality in atto nel mercato.

Euro sempre debole sul mercato valutario con il dollaro USA che vola oltre 1,36 e lo Yen giapponese che arriva a toccare 140.

Oggi non sono attese notizie macroeconomiche degne di nota con i mercati quindi in balia del loro destino.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Agenda del 14 ottobre

Agenda del 6 ottobre

Agenda del 16 Ottobre

NEWSLETTER
Iscriviti
X